Descrizione

Questo libro ripercorre la storia del pensiero occidentale con una chiave di lettura forte e originalissima. Le storie della filosofia, in effetti, sono due. Quella che si studia sui manuali è la versione ufficiale, il canone maggiore. I nomi che costellano questa tradizione sono illustri. Eppure, il canone maggiore è anche la vicenda di un lungo allontanamento dalla vocazione autentica della filosofia:  “La filosofia sta da una parte sola. Essa scorre sulla linea che abbiamo chiamato minore”.
Rocco Ronchi tratteggia un percorso più silenzioso, e tuttavia ricchissimo di tesori spesso nascosti, il solo a non aver tradito il compito più urgente della filosofia. È il canone minore, che conta tra le sue fila William James negli Stati Uniti, Henri Bergson in Francia, Giovanni Gentile in Italia, Alfred North Whitehead in Gran Bretagna. Nomi prestigiosi, ma marginali nel dibattito odierno. Pensatori raffinatissimi, che sulla soglia del Novecento hanno pensato non il loro secolo, ma il secolo successivo, il nostro. La rivoluzione del canone minore non mette più al centro l’uomo con i suoi valori, il soggetto con la sua esperienza e i suoi desideri. Al contrario, questa nuova versione della storia della filosofia è profondamente antiumanistica e immoralistica, perché rivolge la sua attenzione alla natura, allo splendore della sua immanenza assoluta, alla sua incomprensibile e infinitamente intelligente processualità. In un dialogo serrato con la scienza contemporanea, Ronchi si chiede che cosa sono il tempo e la vita e dimostra che la filosofia è necessariamente una filosofia della natura.

Una sorprendente rivisitazione del canone della filosofia occidentale, un trattato che rivela e affronta le sfide del pensiero contemporaneo: rinunciare alla superiorità dell’uomo sugli altri enti, scoprire la natura come orizzonte d’indagine. “La natura intuisce e tutti gli enti naturali, nessuno escluso, sono intelligenze."

Conosci l’autore

Rocco Ronchi

Rocco Ronchi (Forlì, 1957) insegna filosofia presso l’Università degli Studi di L’Aquila e presso l’IRPA (Istituto di Ricerca di Psicanalisi Applicata) di Milano. Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo Come fare. Per una resistenza filosofica (Feltrinelli, 2012); Brecht. Introduzione alla filosofia, (et. al., 2013); Zombie Outbreak. Filosofia e morti viventi (Textus, 2015), Gilles Deleuze. Credere nel reale (Feltrinelli, 2015) e Il canone minore. Verso una filosofia della natura (Feltrinelli, 2017). Inoltre, recentemente ha curato Durata reale e flusso di coscienza. Lettere e altri scritti (1902-1939) di H. Bergson e W. James (Cortina, 2014).

 

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Febbraio, 2017
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
320
Prezzo: 
25,00€
ISBN: 
9788807105258
Genere: 
Saggistica, Università