Descrizione

“Che cos’abbiamo oggi?” domandai. “Morfina o cocaina?”

Il segno dei quattro, il secondo romanzo di Arthur Conan Doyle sulle inchieste del più famoso detective di tutti i tempi, rappresenta il momento in cui la saga più fortunata e immarcescibile della letteratura popolare raggiunge la sua maturità, un importante passaggio verso l’evoluzione di Holmes a icona culturale planetaria (è in queste pagine che troviamo l’enunciazione della sua memorabile regola “Quando hai escluso l’impossibile, ciò che rimane, per quanto improbabile, deve essere la verità”). La trama, comprensiva di un antesignano del delitto in una camera chiusa, procede ingegnosa e spedita sino all’ultimo capitolo, senza le lunghe pause dedicate agli antefatti tipiche della letteratura poliziesca dell’epoca; il personaggio di Sherlock Holmes diventa sempre più sfaccettato e umano tra crisi maniaco-depressive e dipendenza dalla cocaina in soluzione al 7%; e anche il dottor Watson esce dal ruolo di semplice narratore per diventare protagonista a pieno titolo (è qui che conosce l’amata Mary). Per questo Il segno dei quattro è, assieme al Mastino dei Baskerville, il romanzo su Sherlock Holmes più amato dai milioni di appassionati del detective di Baker Street. In appendice il racconto dell’Autore sulla nascita del personaggio Sherlock Holmes.

 

Conosci l’autore

Arthur Conan Doyle

Sir Arthur Ignatius Conan Doyle (Edimburgo, 1859 - Crowborough, 1930) fu autore molto prolifico e contribuì a fondare o reinventare generi che spaziano dal giallo al soprannaturale, dalla fantascienza al romanzo storico e avventuroso. Deve la sua fama più ampia all’immortale personaggio dell’investigatore Sherlock Holmes. Feltrinelli ha pubblicato nei "Classici" Il mastino dei Baskerville (2011), Uno studio in rosso (2015), Il segno dei quattro (2017).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 2017
Collana: 
Universale Economica I Classici
Pagine: 
176
Prezzo: 
8,50€
ISBN: 
9788807902567
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Giancarlo Carlotti
Curatore: 
Giancarlo Carlotti