Descrizione

Il 26 ottobre 1932 Stalin si presentò a sorpresa a una riunione di una dozzina di scrittori importanti convocati a Mosca da Maxim Gorky. Stalin dichiarò che i progressi industriali sarebbero stati vani senza la formazione del nuovo uomo sovietico: la produzione di carri armati doveva andare di pari passo con quella delle anime e il compito di forgiarle toccava agli scrittori. ‟Siate ingegneri di anime” fu il suo monito. Da allora non ci fu complesso industriale che non avesse il suo racconto celebrativo. L’ingegneria idraulica, in particolare, era il vanto dei piani quinquennali e la letteratura che ne esaltava le opere gigantesche poteva riempire una biblioteca. Tutti gli scrittori pagarono il loro tributo a dighe e canali, che ebbero costi umani e ambientali elevatissimi. Dal Mar Bianco al Mar Caspio l’autore investiga e racconta il delirio di Stalin di cambiare la geografia e il clima con progetti faraonici mai finiti, perché impossibili, come quello di canalizzare le acque dei fiumi siberiani verso i deserti meridionali per permettere la coltivazione del cotone. Nel libro di Westerman c’è quindi un rapporto strettissimo tra industrializzazione e ‟produzione di anime”, alla quale fu costretta un’intera generazione di scrittori. Ingegneri di anime è un viaggio doppio, in cui si intrecciano due mondi: quello dei ‟fisici” (ingegneri, tecnologi ecc.) e quello dei ‟lirici” (poeti e narratori) nel periodo più repressivo della storia sovietica.

Conosci l’autore

Frank Westerman

Frank Westerman (1964), ingegnere, giornalista e scrittore neerlandese, ha pubblicato numerosi saggi. Ricordiamo: De Graanrepubliek (La repubblica del grano) e El Negro en ik (El Negro e io). Tutti i suoi libri, e in particolare Ingegneri di anime (tradotto in tedesco, inglese, francese e spagnolo) hanno ricevuto ampi riconoscimenti pubblici.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Giugno, 2006
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
235
Prezzo: 
22,00€
ISBN: 
9788807104053
Genere: 
Saggistica, Università 
Traduttore: 
Franco Paris