Descrizione

Per Baudrillard il valore di scambio simbolico è la fine dell'economia poiché viene dissolto l'oggetto concreto dello scambio. Ed è quindi anche la fine del marxismo. Baudrillard sposta la nozione di iperrealismo sul piano economico-sociale. Scompaiono le opposizioni tra verità e inganno, vita quotidiana e spettacolo. Il reale e la propria immagine si assomigliano perfettamente, sono una cosa sola. A esso si collega il simulacro. Se ciò che appare non ha più alcun riferimento alla realtà, ridotta ormai a un rimando di segni, è il simulacro stesso a prendere consistenza e anche valore positivo. Per Baudrillard la morte è pertanto una sfida radicale cui il sistema non può rispondere, ma al tempo stesso è un atto iperreale, un simulacro, che partecipa fino in fondo alla comunicazione spettacolare di massa.

Conosci l’autore

Jean Baudrillard

Jean Baudrillard (1929-2007) è stato filosofo germanista e sociologo. Dal 1966 ha insegnato all’Università di Paris X Nanterre, entra poi all’Institut de recherche sur l’innovation sociale, laboratorio del Cnrs. Si è dedicato particolarmente allo studio della società dei consumi e dei nuovi miti della comunicazione. Feltrinelli ha pubblicato: Lo scambio simbolico e la morte (1979), Le strategie fatali (1984), La sinistra divina (1986), L’America (1987).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Giugno, 2015
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
256
Prezzo: 
9,50€
ISBN: 
9788807886508
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Girolamo Mancuso