Descrizione

“Non è amore, è odio, è il sangue che s’è versato per lei!”

Chi volesse riassumere in due parole la trama si troverebbe certo in imbarazzo: il nucleo è infatti una storiaccia passionale, che rimanda ai modelli del romanzo tardo-romantico replicati in tutte le possibili varianti dal romanzo d’appendice. Abbiamo un perfetto esemplare di femme fatale: slava, bellissima, tormentata e crudele, la solita donna “più tigre della tigre”, il cui fascino funesto causa la morte di due uomini, il giovane artista ingenuo e romantico, che si è ucciso dopo che lei l’ha tradito, e l’aristocratico elegante, che per amore di lei perde salute e dignità, e non troverà altra soluzione che ucciderla e uccidersi in maniera cruenta e spettacolare. Eppure chi riassumesse in questi termini i Quaderni non renderebbe affatto giustizia al romanzo, un romanzo intellettuale, filosofico, ironico, allegorico, una “farsa trascendentale” o “tragedia del moderno” – sono solo alcune delle etichette utilizzate dalla critica per descriverlo. Il punto è che quella fabula è assunta come una materia romanzesca da rielaborare in una direzione completamente diversa: in altre parole, Pirandello ci racconta una storia, e contemporaneamente sviluppa una riflessione sulle possibilità della scrittura narrativa, conducendo a compimento la dissoluzione dei modelli romanzeschi tradizionali.

Conosci l’autore

Luigi Pirandello

Luigi Pirandello (Agrigento, 1867 - Roma, 1936) pubblicò nel 1901 il suo primo romanzo, L’esclusa. Il decennio 1910-1920 fu particolarmente fecondo: scrisse novelle e poesie, iniziò le prime riduzioni delle novelle in atti unici, stese e rappresentò alcuni dei suoi capolavori teatrali (Liolà, Così è se vi pare, Il berretto a sonagli, Il piacere dell’onestà). Sono di questo periodo anche i romanzi Suo marito (1911, ripubblicato postumo nel 1941 con il titolo Giustino Roncella nato Boggiolo), I vecchi e i giovani (1913), Si gira (1915, ribattezzato nel 1925 Quaderni di Serafino Gubbio operatore). Il vero successo teatrale di Pirandello iniziò dopo il 1920 con Sei personaggi in cerca d’autore (1921). Nel 1925 pubblicò il romanzo a cui aveva lavorato per oltre quindici anni: Uno, nessuno e centomila. La sua fama internazionale fu consacrata nel 1934 dal premio Nobel per la letteratura. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Sei personaggi in cerca d’autore. Ciascuno a suo modo. Questa sera si recita a soggetto (2007), Uno, nessuno e centomila (2008), Il fu Mattia Pascal (2009) e Quaderni di Serafino Gubbio operatore (2017).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Febbraio, 2017
Collana: 
Universale Economica I Classici
Pagine: 
240
Prezzo: 
9,00€
ISBN: 
9788807902604
Genere: 
Tascabili 
Curatore: 
Simona Micali