Descrizione

“Questo romanzo è bello come una tragedia antica.” L’Express

Tre adolescenti di ritorno da una sessione di surf su un pullmino tappezzato di sticker, tre big wave rider, esausti, stralunati ma felici, vanno incontro a un destino che sarà fatale per uno di loro. Incidente stradale, trauma cranico, coma irreversibile, e Simon Limbres entra nel limbo macabramente preannunciato dal suo cognome. Da quel momento, una macchina inesorabile si mette in moto: bisogna salvare almeno il cuore. La scelta disperata dell’espianto, straziante, è rimessa nelle mani dei genitori. Intorno a loro, come in un coro greco, si muovono le vite degli addetti ai lavori che faranno sì che il cuore di Simon continui a battere in un altro corpo. Tra accelerazioni e pause, ventiquattr’ore di suspense, popolate dalle voci e le azioni di quanti ruotano attorno a Simon: genitori, dottori, infermieri, équipe mediche, fidanzata, tutti protagonisti dell’avventura, privatissima e al tempo stesso collettiva, di salvare un cuore, non solo organo ma sede e simbolo della vita.

 

Video

Premi e Riconoscimenti

  • 2015 - Premio Letterario Merck - Vincitrice Premio Letterario Merck

Recensioni d'autore

  • Qui ci si interroga sul senso della vita che per trapianto non muore, tra accenti lirici e drammatici straordinari. Da non perdere.

  • Caso letterario e bestseller a sorpresa in Francia.

  • Bel titolo di Maylis de Kerangal: "Riparare i viventi", che solo all'a pparenza può sembrare un'associazione indebita, richiede una doppia cura, l'osservazione clinica e l'attenzione emotiva.

  • Maylis de Kerangal non mente. In più con la potenza della sua scrittura può sostenere qualsiasi tema, anche quelli che tipicamente vengono affrontati dagli uomini come tecnica, scienza e politica, una scrittura che si oppone a questa divisione dei ruoli... Con ritmo venoso-arterioso racconta le ventiquattr'ore in cui il cuore di Simon Limbres diventa quello di Claire Méjan.

  • Storia forte e commovente.

  • Bellissimo.

  • Il libro più duro e struggente scritto sul tema del trapianto degli organi.

  • Un capolavoro sublime.

  • Una parabola di morte e resurrezione spietata e misericordiosa, come un bisturi di chirurgo che per salvare deve tagliare.

  • Ci pone davanti alle questioni fondamentali della vita.

  • Corale, tanto commovente quanto preciso.

  • Un trapianto di cuore in forma di romanzo.

  • E' considerata la più grande scrittrice francese vivente. E qui lo dimostra.

  • Maylis de Kerangal esplora i confini dell'esistenza, con la storia di un trapianto, per ritrovare la melodia della vita.

Conosci l’autore

Maylis de Kerangal

Maylis de Kerangal, nata a Le Havre nel 1967, è autrice di numerosi romanzi. Feltrinelli ha pubblicato Nascita di un ponte (2013; Premio Médicis 2010,  Premio von Rezzori 2014), Riparare i viventi (2015) che si è aggiudicato in Francia il Grand Prix RTL-Lire 2014 e il X Premio Galilei 2016 e Lampedusa (2016).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2016
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
224
Prezzo: 
9,00€
ISBN: 
9788807888199
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Maria Baiocchi
Traduttore: 
Alessia Piovanello