Descrizione

Il cinema Anteo di Milano si distingue nel panorama culturale milanese e nazionale, non solo per essere stato uno dei più importanti cinema d’essai dai primi anni ottanta, ma soprattutto perché rappresenta ormai una vera e propria fucina di ricerca cinematografica. I registi più innovativi, oggi considerati maestri, sono passati sullo schermo di via Milazzo quando erano ancora sconosciuti e nessuno li voleva programmare nelle sale. Le rassegne dell’Anteo hanno fatto storia, a esse si deve la scoperta della nuova cinematografia tedesca (Wim Wenders, Rainer Werner Fassbinder, Werner Herzog), del cinema denuncia inglese (si pensi a Ken Loach e a Stephen Frears), dell’emergente Oriente (Zang Yimou) e dei capisaldi del cinema francese (Bertrand Tavernier, Eric Rohmer, Robert Guediguian, Claude Chabrol), quando ancora non godevano di molto seguito in Italia. L’Anteo, inoltre, si è fatto promotore dell’affermazione di alcuni importanti registi italiani (Soldini, Piccioni, Archibugi, Amelio) che, proprio in questa sala, hanno trovato la loro prima accoglienza. Ma oltre a questi, anche Almodovar, Michalkov, Waters, Jarmusch, Mira Nair hanno fatto qui la loro apparizione prima di diventare autori di culto anche in Italia. L’intento originario di lanciare nuovi registi e di offrire spazio alle cinematografie emergenti di tutte le aree geografiche non si è consumato in questi anni ma continua ancora a essere coltivato con lo stesso coraggioso e intraprendente spirito di ricerca.
I contributi che compongono questo volume rappresentano il primo tentativo organico di raccontare, e anche in qualche modo di storicizzare, una vicenda importante nel panorama della cultura cinematografica italiana.

Conosci l’autore

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Dicembre, 2004
Pagine: 
168
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807421082
Curatore: 
Paolo Mereghetti
Curatore: 
Morando Morandini
Curatore: 
Roberto Nepoti
Curatore: 
Maurizio Porro
Curatore: 
Gabriele Porro