Descrizione

Se Bobby Fischer non fosse esistito, avrebbe dovuto inventarlo Philip Roth. 
The Evening Standard”

È un film stupendo. Di gente come Bobby Fischer ne nasce uno in ogni secolo, non di più – e questo film documenta il suo genio, che lo ha reso grande e, soprattutto, che lo ha guidato nel suo languido, leggendario declino. Riportate dai giornali, le sortite e le peripezie dei suoi ultimi anni sembravano penose: viste in questo film, con Fischer in carne e ossa, il volto deformato dalla vecchiaia, l’occhio infiammato dalla paranoia, riacquistano la gloria della follia.
Sandro Veronesi

“Gli scacchi sono la palestra della mente,” diceva Lenin, un altro appassionato di quelle sessantaquattro caselle su cui Bobby Fischer ha bruciato tutta la sua vita, dal paradiso della fama all’inferno della vergogna.
Bobby Fischer against the World è la storia di un bambino prodigio diventato uomo di fronte a una scacchiera, una superstar otto volte consecutive campione americano, bandiera degli Usa negli anni roventi della Guerra Fredda e infine nemico pubblico, senza passaporto, dignità e diritti. Genio, febbre e follia di un mondo che perdeva se stesso prima ancora dei propri simboli.
Perché contro gli abissi dell’anima non ci sono contromosse.

Il libro
Un tempo, una vita a cura di Giacomo Mondadori.
Che cosa è successo a Bobby Fischer dopo la vittoria ai Mondiali? Vittorio Giacopini ci propone, di quegli anni, una rievocazione suggestiva, in cui fatti e personaggi sono reali ma “tutto il resto è invenzione, fantasia, interpretazione arbitraria, tradimento”.
Sandro Veronesi, Bobby Fischer l’ha conosciuto davvero. Il suo racconto è la cronaca della “Rivincita del xx secolo” tra il giovane americano e il sovietico Spasskij. Era il 1992. Nelle sue note la regista Liz Garbus ci spiega la genesi e lo sviluppo del film, mentre le recensioni di Alberto Crespi e Nanni Delbecchi analizzano lo “shining” del campione.

Conosci l’autore

Liz Garbus

Liz Garbus è tra le più celebrate e prolifiche registe e produttrici americane di documentari, autrice innovativa e pluripremiata. La sua cinematografia affronta una molteplicità di temi individuali e collettivi, politici ed esistenziali per rappresentare un mondo pieno di contraddizioni, mancanze irrecuperabili e consolidate idiosincrasie, offrendo allo spettatore un cortocircuito spiazzante e disorientante. Per Feltrinelli “Real Cinema”, Bobby Fischer against the world (2012) che ha raccolto molti premi nei maggiori festival internazionali, e Love, Marilyn. I diari segreti (2013).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2012
Collana: 
Real Cinema
Pagine: 
96
Prezzo: 
16,90€
ISBN: 
9788807740848
Genere: 
Home Cinema