Descrizione

Spesso liquidati come manifestazioni patologiche, gli stati modificati di coscienza sono diventati nel tempo, oggetto di rigorosi studi scientifici. Georges Lapassade fu tra i primi, negli anni Settanta, a porne le basi teoriche, proprio con questo saggio, intro-ducendo la transe come oggetto specifico di ricerche etnologiche.
Uno studio, quello di Lapassade, quanto mai attuale ora che la transe emerge anche nella nostra civiltà, di solito in esperienze liminari di uscita “fuori” di sé, o “al fondo” di se stes-si, con il moltiplicarsi di tentativi di parte-cipazione diretta con il “sacro”, di medi-tazione, di comunicazione con l’universale tramite le droghe psichedeliche, la musica, le tecniche corporee orientali e, talvolta, im-mersioni nell’irrazionale. Per analizzare e capire la transe, sosteneva e sostiene Lapassade, bisogna interessarsi re-almente a ciò che accade in altre culture, ritrovando dispositivi, procedure iniziatiche e tecniche nella prospettiva di una ripresa creativa e consapevole delle proprie risorse vitali. La prima parte del libro descrive la ge-nealogia delle varie figure della transe, dalle società primitive fino alle nuove forme di transe metropolitane, passando attraverso i culti di Dioniso, il vodu, il sabba del Medio-evo. Nella seconda parte, la transe investe la psicosociologia dei gruppi e la psicoterapia rituale. Infine, la terza parte presenta gli aspetti principali di un’antropologia della transe.

Conosci l’autore

Georges Lapassade

Georges Lapassade (1924) è professore emerito di Etnografia e Scienze dell’Edu-cazione presso l’Università di Parigi VIII.
Considerato il padre dell’analisi istituzionale è autore di numerose opere sugli stati mo-dificati di coscienza. È stato uno dei primi studiosi a interessarsi dello sviluppo del rap in Francia e in Italia. Le principali opere tradotte in italiano sono: Il mito dell’adulto. Saggio sull’incompiutezza dell’uomo (1971), L’autogestione pedagogica. Ricerche istituzionali (1973), Gli Stati Modificati di Coscienza (1990), La dissociazione estatica (1999), Derdeba. Musica, transe e possessione fra gli Gnawa del Maghreb (2003), Gente dell’ombra (2005), Il mito dell’identità ( 2006).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
URRA
Data d’uscita: 
Maggio, 2008
Collana: 
Urra
Pagine: 
320
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788850327959
Genere: 
Varia 
Prefatore: 
Gilberto Camilla
Curatore: 
Gianni De Martino