Descrizione

Si può raccontare la propria malattia e, nello stesso tempo, ricavarne un beneficio terapeutico? Partendo dall’esperienza di Simona Amorese, scrittrice e attrice teatrale colpita giovanissima da un tumore, questo libro affronta il tema della Medicina Narrativa, che prevede l’utilizzo della scrittura e della lettura finalizzate al percorso di cura in ambito clinico e assistenziale. L’obiettivo è migliorare la relazione tra operatore sanitario e paziente e far emergere il bisogno del malato di essere ascoltato e compreso. Nella prima parte del volume viene trattata la pratica della Medicina Narrativa da un punto di vista metodologico e scientifico, con il contributo delle dottoresse Antonella Savarese e Maria Cecilia Cercato dell’Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena” IFO di Roma. Segue Divertiti, amore, l’intensa autobiografia di Simona Amorese, scritta per la figlia Roberta. Nell’ultima parte sono raccolte le citazioni tratte dal diario e dagli ultimi scritti di Simona, tra cui le frasi da non dire a un malato oncologico. I testi, ora autoironici ora struggenti, si alternano a pagine bianche che sono un invito per il lettore a prendere in mano la penna per raccontarsi condividendo le proprie emozioni.

Conosci l’autore

Simona Amorese

Simona Amorese (1980-2019), attrice, autrice, giovane donna che a 25 anni ha affrontato una diagnosi di cancro, ha ritrovato «nella penna e nei fogli bianchi un’ancora di salvezza», realizzando anche uno spettacolo teatrale dal titolo emblematico Per sentirmi viva. È stata una delle prime autrici di “Raccontami di te”, progetto di Medicina Narrativa basato sulla raccolta e sulla condivisione di racconti che hanno come argomento l’esperienza della malattia oncologica.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
GRIBAUDO
Data d’uscita: 
Novembre, 2020
Collana: 
Passioni
Pagine: 
200
Prezzo: 
14,90€
ISBN: 
9788858026991
Genere: 
Varia