Descrizione

Sempre più in questi ultimi anni la linguistica si è configurata come una disciplina di base alla quale fanno doveroso riferimento etnologi e sociologi, psicoanalisti e filosofi, studiosi di estetica e critici. Una scienza "riscoperta" e rapidamente entrata tra gli argomenti alla moda, con tutti gli equivoci e le supponenze, le generalizzazioni, le indebite estensioni, le prevaricazioni e gli errori che simili entusiasmi comportano. Sono così fioriti sulla stampa internazionale come presunti "creatori" della disciplina e autorità indiscusse i nomi di Merleau-Ponty, Lévy-Strauss, Lefèbvre, Barthes, Foucault, Lacan, ecc. A ristabilire le proporzioni e priorità giunge ora opportuno il manuale rigoroso e agile di Georges Mounin. L'accostamento alla linguistica, sostiene l'autore, è consigliabile che avvenga non tramite sociologhi e filosofi, bensì sotto la guida dei linguisti. "Non è possibile alcuna iniziazione alla linguistica attraverso la spigolatura di nozioni occasionali e frammentarie." Il modo più serio di farlo è di assimilare una teoria linguistica coerente, quella esposta con chiarezza e solidità nel presente manuale.

Conosci l’autore

Georges Mounin

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Febbraio, 1987
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
148
Prezzo: 
10,33€
ISBN: 
9788807100703
Genere: 
Saggistica, Università