Descrizione

Splendide illustrazioni, ispirate a quelle degli antichi erbari, aiutano a riconoscere gli insoliti frutti. Questo libro presenta una selezione di frutti antichi e spesso dimenticati che, fortunatamente, non sono introvabili: sono in vendita nei mercatini a km 0, possono essere acquistati direttamente sul luogo di produzione; in alcuni casi crescono spontaneamente in orti e giardini. Più di 70 ricette con frutti “minori” che meritano di trovare posto sulla nostra tavola per la ricchezza di sapori che sono in grado di donare. Giuggiola, arancia staccia, mirabolano, sorba o sorbola, corbezzola, pera mandorlina, biricoccola… Per ogni frutto il libro fornisce indicazioni sul territorio di origine, sulla storia, sulle caratteristiche, sulle proprietà nutrizionali e sugli usi in cucina; molte ricette permetteranno di provare subito questi ingredienti: liquore al biancospino, budino di carruba, torta di corniole, ciliegie bianche fritte, carbonara con i fichi secchi, riso persiano, anatra in terracotta con melagrana, tartare di ricciola con nespole…

Recensioni d'autore

  • Una guida d'eccezione.

  • Da un lato sono prezioso compendio di memoria, dall'altro rappresentano un chiaro invito a non dimenticare i sapori di una volta.

4 4
  • Pagina dopo pagina cresce il desiderio di fermare il tempo per assaggiare questi frutti almeno una volta nella vita.

  • La storia può scriversi anche con i frutti dimenticati, quelli che rischiano di scomparire. Ce lo dice il libro lieve e profondo firmato da Morello Pecchioli, giornalista e archeogastronomo.

  • Un amore di libro.

  • Una selezione di frutti antichi e spesso dimenticati con indicazioni su territorio di origine, storia, caratteristiche, proprietà nutrizionali e ricette per provare subito e usare al meglio questi ingredienti. Troverete tante illustrazioni, ispirate a quelle degli erbari per imparare a riconoscerli.

  • Guida utile per orientarsi nella scelta di tutte quelle straordinarie varietà di frutta coltivate in Italia che non si trovano in vendita nella grande distribuzione, ma nei mercatini locali. Tante preziose informazioni sull'origine delle piante, con proprietà nutrizionali, caratteristiche e usi in cucina.

  • C'è ancora però chi non si sofferma all'aspetto esteriore, chi ha la curiosità di scoprire che cosa si cela sotto una buccia, chi va alla polpa: probabilmente non esiste un corso universitario di archeogastronomia che associ il gusto della tavola al fascino della storia, ma Morello Pecchioli, giornalista e scrittore dal palato sviluppato più degli altri sensi, in questo, per sua stessa ammissione, si è autolaureato. E ora ha sfornato, immerso nella sua biblioteca di una dozzina di scaffali in tema, l'ennesima tesi: dopo essersi dedicato alle verdure, ha pubblicato per Gribaudo I frutti dimenticati.

  • Ricchissime di gusto e proprietà benefiche, azzeruola, corbezzola e biricoccola, curioso incrocio di albicocca e susina, sono solo alcuni dei tanti "frutti dimenticati" di cui questo appassionato volume racconta storia, fortuna e anche caduta nell'oblio; con l'obiettivo di contribuire alla conoscenza, e forse anche alla salvaguardia, di questi preziosi presidi di biodiversità.

  • Ci fa conoscere 40 varietà in via d'estinzione o messe da parte. E ci racconta ricette deliziose e antiche.

  • I frutti antichi sono tutti presenti in questo libro impreziosito da un gran numero d'illustrazioni. Accanto alla storia e alle curiosità su questi frutti, che ormai è possibile trovare in mercatini km 0 o durante le sagre locali, oltre 70 ricette spiegano come proporli in tavola.

  • I nostri nonni gustavano tante delizie dell'orto oggi dimenticate. Riscopriamone alcune, grazie a I frutti dimenticati.

Conosci l’autore

Morello Pecchioli

Morello Pecchioli è giornalista professionista. È stato caposervizio del giornale “L’Arena”, responsabile della redazione di Villafranca e delle pagine speciali “Gusto”, “Turismo”, “Week End”, “Salute e benessere”, “Motori”. Ha scritto Il Bianco di CustozaLa cantina sociale di NegrarIl rosto e l’alesso, la cucina veronese tra l’occupazione francese  e quella austriaca. Ha scritto altri libri di argomento storico ed enogastronomico. Collabora con le riviste dell’AIV “Vitae”, “Sommelier Veneto” e con la guida “Magnar Ben in Alpe Adria”. Dirige il blog Goloso&Curioso. Ha collaborato, con la direzione di Edoardo Raspelli, alla Guida l’Espresso. Ha vinto i premi “Cilento”, “Giornalista del Durello”, “Garda Hills”.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
GRIBAUDO
Data d’uscita: 
Giugno, 2017
Collana: 
Sapori e fantasia
Pagine: 
200
Prezzo: 
14,90€
ISBN: 
9788858017920
Genere: 
Varia