Descrizione

Dopo aver incantato i lettori con Le donne, la splendida biografia romanzata di Frank Lloyd Wright, torna uno dei più caustici e brillanti scrittori americani contemporanei con un breve romanzo sull’inestinguibile tema del contrasto fra Natura e Civiltà.
Una sera d’autunno nel 1797, alcuni cacciatori catturano un ragazzo vagabondo, nudo, sporco e irsuto, in una foresta del Sud della Francia. Sono tutti commossi, affascinati dalla scoperta di questo “prodigio” che sembra essere sprovvisto di anima e ragione come un animale.
Chi è quel “ragazzo selvaggio”, sfida concreta al secolo dei Lumi? Trascinato da un orfanotrofio a un salotto come un mostro da fiera, sarà presto abbandonato dai suoi tutori alla sua incurabile natura selvaggia. Solo il dottor Itard, dell’Istituto dei sordomuti di Parigi, s’intestardisce nel credere che di questo “animale” saprà fare un uomo, e per anni il ragazzo selvaggio, ribattezzato Victor, subirà l’apprendistato della civilizzazione.
Un intenso romanzo dove T.C. Boyle rivisita la storia di Victor dell’Aveyron, già resa nota dal celebre film di Truffaut.

Conosci l’autore

Tom Coraghessan Boyle

T.C. Boyle (1948) è uno scrittore statunitense. Autore di numerosi libri tra romanzi e raccolte di racconti, è tradotto in tutto il mondo. Le sue storie sono apparse su riviste prestigiose quali “The New Yorker”, “Esquire”, “Playboy”, “The Paris Review”, “Granta” e “McSweeney’s”. In Italia sono stati pubblicati América (1997), Se il fiume fosse whisky (2001), Amico della terra (2001), Doctor Sex (2004), Infanticidi (2006) e Identità rubate (2008), Le donne (2009), Il ragazzo selvaggio (2012) e L'isola dei topi (2014).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Giugno, 2012
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
112
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807018930
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Andrea Buzzi