Descrizione

Sono gli anni cinquanta. L'Inghilterra è quella grigia, bigotta della provincia. Thomas Penman ha tredici anni ed è pronto a entrare nel mondo. Madre e padre non lo aiutano, chiusi come sono in un duro bozzolo di rancori e tradimenti. A scuola l'atmosfera è ottusa e irrespirabile e coincide con la smorfia severa del professor Norris. Per fortuna c'è nonno Walter, che archivia riviste pornografiche e comunica con l'alfabeto Morse. Per fortuna c'è quella straordinaria carica di affetto, di irriverenza, di anticonformismo che viene da lontano come un messaggio in una bottiglia. E poi ecco comparire Gwendolin, la ragazzina per la quale scrivere poesie, sognare durante gli slalom in bicicletta, proiettare la vita avanti, verso il futuro. "Come poteva essere così bella e come poteva la bellezza essere così ingiusta?" Le domande dell'adolescenza. I punti chiave dell'esistenza. Thomas è pronto a conoscere il dolore e l'amore, ed è proprio attraverso il dolore e l'amore che gli orizzonti incerti della realtà diventano una linea di fuga, la percezione azzurra di un destino tutto da vivere. Pochi come Bruce Robinson sono riusciti a fare dell'adolescenza un territorio così vasto e misterioso, così tumultuoso e chiaro. Pochi sono riusciti a farne un grande romanzo. Grande e "singolare" come questo.

Conosci l’autore

Bruce Robinson

Bruce Robinson, scrittore inglese di formazione teatrale, ha dato prova di grande versatilità. Autore di sceneggiature (è stato candidato all’Oscar per Le urla del silenzio) e regista di film (tra cui Shakespeare a colazione), è stato anche attore in film di Zeffirelli, Russell e Truffaut. Con Feltrinelli ha pubblicato Le singolari memorie di Thomas Penman, il suo primo romanzo, nel 2000.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 2000
Collana: 
I Canguri
Pagine: 
264
Prezzo: 
14,46€
ISBN: 
9788807701221
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Roberto Serrai