Descrizione

‟La prima qualità con cui ci avvince la poesia di Donne, pur ricca com'è di significato, non è il significato, ma qualcosa di molto più immediato e puro: è l'esplosione con cui irrompe nel discorso. Ogni prefazione, ogni convenevole è stato consumato; egli balza nella poesia per la via più breve...”
Così scriveva Virginia Woolf, nel 1913, per spiegare il fascino del grande poeta metafisico inglese John Donne (Londra 1572-1631). Il suo testo introduce, assieme a quello di Strachey, questa edizione dove, per la prima volta, si trovano tradotti in italiano tutti gli epigrammi di Donne con una nuova versione delle poesie sacre e profane. Completa il volume un ricco apparato di note, indispensabile per districarsi nei riferimenti religiosi e culturali del poeta inglese.

Conosci l’autore

John Donne

John Donne (Londra 1572-1631), figlio di un ricco mercante, fu educato dalla madre (pronipote di Thomas More) in ambiente cattolico e studiò all’Università di Oxford. Fu soldato e cortigiano. Dal 1615, convertitosi alla religione anglicana, fu diacono e divenne celebre come predicatore. È considerato il maggiore “poeta metafisico” inglese. Tutte le sue poesie vennero pubblicate postume nella raccolta Poems (1633). Nei “Classici” Feltrinelli è uscito Poesie sacre e profane (1995).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 1995
Collana: 
Universale Economica I Classici
Pagine: 
260
Prezzo: 
8,00€
ISBN: 
9788807821196
Genere: 
Tascabili 
Contributi: 
Giles Lytton Strachey
Traduttore: 
Rosa Tavelli
Contributi: 
Virginia Woolf