Descrizione

“Mi piacciono i ragazzi alti, robusti, molto virili. E scherzosi. Mi piacerebbe trovarne uno così fisso… stare con lui”

Ormai quasi trent’anni fa questo libro raccontava per la prima volta le storie normali di adolescenti gay normali. A casa, a scuola, al bar, in parrocchia, in vacanza. Tirandoli fuori da un fasullo, grottesco, irreale “torbido mondo degli omosessuali”. Ma sottraendoli anche al più terribile dei coni d’ombra: quello dell’invisibilità, della cancellazione di ogni identità (agli altri, ma anche a se stessi) e dunque dell’impossibilità di vivere, niente di meno. Questo libro tenero e commovente – tessuto solo con le voci dirette ma intime dei ragazzi che in prima persona raccontano la loro vita quotidiana, spesso fatta di paura, di incertezza, di esclusione – finisce via via, col passare del tempo, per risuonare come un grido. Quasi diecimila lettere scritte all’autore dicono che Ragazzi che amano ragazzi ha cambiato la vita di migliaia di persone, non solo omosessuali. Ma come è possibile che ragazzi più giovani di queste pagine affermino che storie di un’Italia di trent’anni fa sono ancora le loro? Significa che il poco o tanto che è cambiato non basta. Con l’implacabilità di uno specchio, Ragazzi che amano ragazzi ci rimanda l’immagine di un Paese che vive una nuova stagione di ignoranza e violenza contro le persone omosessuali. L’attualità di questo libro è un manifesto della vergogna italiana.

Video

Recensioni d'autore

  • Aprì la prima breccia nel silenzio sull'amore omosessuale.

  • Long seller uscito nel 1991, che raccontava per la prima volta le storie normali di adolescenti gay normali. A casa, a scuola, al bar, in parrocchia, in vacanza. Tirandoli fuori da un fasullo, grottesco, irreale "torbido mondo degli omosessuali". Le quindici interviste che compongono il libro sono delle piccole biografie. Gli intervistati sono degli adolescenti gay dai 15 ai 20 anni, residenti in diverse zone d'Italia. I ragazzi descrivono le loro esperienze, la scoperta e la consapevolezza di essere omosessuali, i rapporti e le rivelazioni con le persone delle loro vite, nonché le speranze per il futuro.

  • Un libro cult, prima breccia nel silenzio sull'amore omosessuale.

Conosci l’autore

Piergiorgio Paterlini

Piergiorgio Paterlini (Castelnovo di Sotto, Reggio Emilia, 1954) ha pubblicato una ventina di libri, alcuni dei quali tradotti in dieci Paesi, dalla Francia alla Spagna, dall’Olanda al Brasile agli Stati Uniti. Bambinate (Einaudi 2017) e Il mio amore non può farti male. Vita e morte di Harvey Milk (Einaudi Ragazzi 2018) sono i suoi più recenti romanzi. Tiene un blog d’autore sull’Espresso (“Le Nuvole”), una rubrica su Robinson/la Repubblica (“Testo a fronte”) e un corso di editing presso la Scuola internazionale Comics. Feltrinelli ha pubblicato Ragazzi che amano ragazzi (1991; 2019).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Novembre, 2019
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
144
Prezzo: 
9,00€
ISBN: 
9788807892936
Genere: 
Tascabili