Descrizione

Dalle campagne siciliane e del foggiano, fino ai cantieri edilizi e agli ortomercati del Nord, da questo libro emerge una fotografia brutale del nostro paese. Marco Rovelli si è mischiato con i clandestini, bevendo insieme a loro il tè, e comunicando, facendosi raccontare le loro storie finora inascoltate: dal loro racconto emerge anche il volto crudele del nostro capitalismo, ritornato in alcune aree e comparti a forme ottocentesche di sfruttamento. Un’indagine narrativa necessaria.

Premi e Riconoscimenti

  • 2010 - Finalista Premio Biella Letteratura e industria - Finalista Premio Biella Letteratura e industria

Conosci l’autore

Marco Rovelli

Marco Rovelli (Massa, 1969) è scrittore e musicista. Come scrittore, ha pubblicato nel 2006, con il libro Lager italiani (Rizzoli), un “reportage narrativo” interamente dedicato ai centri di permanenza temporanea (cpt), raccontati attraverso le storie di coloro che vi sono stati reclusi. È del 2008 Lavorare uccide (Rizzoli), mentre nel 2009 ha pubblicato Servi (Feltrinelli), il racconto di un viaggio nei luoghi e nelle storie dei clandestini al lavoro. Collabora con “il manifesto” e “l’Unità”, su cui tiene una rubrica settimanale. In campo teatrale, dal libro Servi Marco Rovelli ha tratto, nel 2009, un omonimo “racconto teatrale e musicale” che lo ha visto in scena insieme a Mohamed Ba, per la regia di Renato Sarti del Teatro della Cooperativa. Feltrinelli ha pubblicato anche La meravigliosa vita di Jovica Jovic (con Moni Ovadia; Feltrinelli, 2013).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2009
Collana: 
Serie Bianca
Pagine: 
224
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807171772
Genere: 
Saggistica