Descrizione

Nella primavera del 1999, a sessant'anni suonati, Bernard Ollivier parte per Istanbul, zaino in spalla, con la ferma intenzione di raggiungere, a piedi, Xi'an, in Cina: 12.000 chilometri lungo la leggendaria Via della Seta. Come dire, una passeggiata di quattro anni, a voler essere ottimisti. Nel corso delle sue tappe, l'autore si riposa scrivendo. Il primo volume del suo avvincente ed eccentrico resoconto, La lunga marcia, era dedicato alla difficile traversata dell'altipiano dell'Anatolia. In questo secondo libro Ollivier riprende il viaggio e il racconto. Dalla primavera all'autunno 2000, al dileguarsi dell'inverno che avrebbe impedito il valico dei colli, supera gli ultimi passi montani del Kurdistan e attraversa gran parte dell'Iran prima di ritrovarsi, a luglio, faccia a faccia col terribile Karakoum, un deserto impossibile da attraversare d'estate. Indomito, cerca e trova un cammello per trasportare le riserve d'acqua e, contro il parere di tutti, parte alla volta di Samarcanda.

Conosci l’autore

Bernard Ollivier

Bernard Ollivier, giornalista in pensione, parte da Istanbul nel 1999 e si propone di arrivare a piedi fino in Cina, percorrendo l’antica Via della Seta. Feltrinelli ha pubblicato la trilogia su questa sua avventura, La Lunga Marcia (2002; UE, 2009), Verso Samarcanda (2003; UE, 2010) e Il vento delle steppe (2005).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2010
Collana: 
Universale Economica Traveller
Prezzo: 
9,00€
ISBN: 
9788807721908
Traduttore: 
Luisa Cortese