Descrizione

‟Dopo essere stata per due volte respinto indietro da violente libecciate, il Beagle, brigantino da dieci cannoni della regia marina militare, salpò da Devonport il 27 dicembre 1831 al comando del capitano FitzRoy. Scopo della spedizione era completare il rilevamento della Patagonia e della Terra del Fuoco, iniziato dal capitano King tra il 1826 e il 1830, ispezionare le coste del Cile, del Perú e di alcune isole del Pacifico, ed eseguire una serie di misure di longitudine attorno al mondo.”

‟Lo scienziato viaggiatore non si limita a contemplare il mondo a distanza, ma lo percorre in lungo e in largo, lo saggia, lo sperimenta con tutti i suoi sensi, lo manipola e a volte persino lo forza. In questo senso il naturalista dev'essere disposto ad assumersi rischi che sono tutt'altro che connaturati alla pura attività intellettuale. Non sorprende perciò vedere Darwin alle prese con tagliagole, caudillos sudamericani, stermini di indiani, furiose battute di caccia, montagne impervie, nubifragi e mareggiate, paesaggi inospitali, febbri tropicali, sommosse e insurrezioni militari, terremoti e vulcani, ogni tipo di violenza sugli animali e sugli umani, bellezze esotiche, tentativi più o meno velleitari di civilizzazione. Questo è il pane quotidiano di un esploratore e questo è il mondo in cui il giovane Darwin, con il suo sguardo sempre sospeso tra lo stupore e l'incanto, si trovò precipitato senza farci per altro mai poi troppo caso. Per qualche misterioso motivo la vita lo aveva preparato ad accettare senza scomporsi troppo la sconcertante varietà del mondo. Imperturbabile come un vero Englishman, poteva perciò mescolarsi tra gli infidi gaucho argentini, girovagare per Tahiti o il Nuovo Galles con gli indigeni locali trastullandosi con le sue opinioni cangianti sul valore e la sostanza della civiltà occidentale, senza mai perdere la sua sobria amabilità e l'aria stupefatta di chi sembra appena atterrato da un altro pianeta.” (dall'Introduzione)

Conosci l’autore

Charles Darwin

Charles Robert Darwin nacque a Shrewsbury nel 1809. Dopo aver abbandonato gli studi di medicina a Edimburgo, studiò teologia a Cambridge e si dedicò anche alla storia naturale e alla geologia. Il suo professore di botanica, John Stevens Henslow, caldeggiò la sua partecipazione come naturalista di bordo alla spedizione del brigantino Beagle, alla volta del Sudamerica. Da questa esperienza, durata dal 1831 al 1836, deriverà il Viaggio di un naturalista intorno al mondo, in cui espone le sue sorprendenti osservazioni e scoperte scientifiche. Nel 1859 pubblicò Sull’origine delle specie che suscitò aspre polemiche da parte della Chiesa per lo spazio lasciato al caso che contraddiceva il presupposto creazionista biblico. Nel 1871 pubblicò L’origine dell’uomo e la selezione sessuale, dove approfondì la teoria della discendenza dell’uomo e della scimmia da un comune antenato e, nel 1872, L’espressione delle emozioni negli animali e nell’uomo da cui sarebbe derivata la disciplina dell’etologia. Morì nel 1882 a Down e fu sepolto nell’Abbazia di Westminster a Londra. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Viaggio di un naturalista intorno al mondo (2009).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 2009
Collana: 
Universale Economica I Classici
Pagine: 
568
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807822032
Genere: 
Tascabili 
Curatore: 
Paolo Costa
Traduttore: 
Maria Vegni Talluri