Descrizione

Con un incalzante ritmo jazz, Marco Pesatori percorre gli ultimi anni di una rivoluzione a cui tre giovani poeti dada-surrealisti non smettono di credere fino alla fine, vivendo – tra il 1973 e il 1977, anno in cui il protagonista sceglie la salvezza nella via dello zen – momenti turbolenti, pericolosi, in un abbaino di Porta Ticinese attraversato da comontisti in fuga sui tetti, a passo di marcia per le strade di Porta Romana, Porta Venezia e Brera con artisti e situazionisti vissuti come imprescindibili maestri, in una Milano in cui per sopravvivere si rubano libri e si scaricano camion, si assiste ai concerti, si medita con l’Lsd e si può cenare in silenzio insieme a SunRa, John Cage o con artisti del gruppo Fluxus, alla ricerca di un’identità personale che molti finiranno per smarrire. 
Il trigono del Sole è la storia della passione, della visione, dell’esaltazione folle e poetica di chi in quegli anni era convinto che un nuovo mondo si potesse creare e lo era col cuore ma anche con un’ingenuità da cui solo faticosamente il protagonista esce indenne.
Tra paure, deliri, tenere insicurezze, tra fiumi di rock e jazz, il romanzo parte da una storia d’amore finita male e termina con un’altra storia d’amore che conduce finalmente davanti alla reale porta di ferro del Sé. 
Vengono descritti gli ambienti dei giovani sottoproletari, quelli snob dei rivoluzionari alla moda, gli ambienti rigorosi della ferrea filosofia dei situazionisti milanesi, il tutto condito da un amore autentico e ribelle per la poesia e la musica, a cui il protagonista non rinuncerà mai. Ricorrenti flash astrologici entrano dal presente nel passato e, senza mai interpretare, immettono dentro la storia dell’autore scampoli di cielo stellato.

 

“Quella dei gruppetti di poeti e rivoluzionari era per me una grande scuola, che avevo iniziato con testardaggine e passione, anche se ancora non lo sapevo e ancora credevo di dovermi aggrappare a qualcuno per uscire da quell’abisso di totale solitudine e disperazione da cui provenivo, anche per quella tristissima delusione d’amore.”

Video

Recensioni d'autore

  • Prosa sorprendente - ruscellante, inesauribile - si torna spesso in un abbaino milanese, ma in un altro tempo: il 1973. Chiudevo il libro, quindi, e vedevo Milano in uno specchio. Lo riaprivo e vedevo un'altra Milano: ragazze pratiche di esoterismo, materassi, albe, gelidi intellettuali situazionisti (il misterioso STS), furti di libri e professori marxisti. Non folklore settantino, ma una vibrante foresta di relazioni corporee, cerebrali, che coprono il romanzo come un'edera.

  • Esaltazione e ribellione, paure e titubanze accompagnano le passioni della giovinezza e diventano il filo rosso della memoria, proprio come i ricorrenti flash astrologici legano passato e presente.

  • Il romanzo della passione, della visione, dell'esaltazione folle e poetica di chi in quegli anni era convinto che un nuovo mondo si potesse creare e si imopegnava col cuore ma anche con una ingenuità da cui - faticosamente - solo il protagonista della storia, forse, uscirà indenne.

  • Milanese, classe '52, laureato in Storia della critica d'arte con una tesi sul dadaismo, compagno di Gianni Sassi, discografico e protagonista della controcultura milanese, Pesatori svela la sua giovinezza con un'energia, si direbbe dal ritmo della scrittura, immutata.

  • Pesatori, conosciuto dal grande pubblico come un filosofo-astrologo, lascia le stelle per un poco: le lascia per il tempo del passato, quello che lo ha visto raffinato intellettuale milanese girare per i caffè con gli amici.

  • Pesatori percorre gli ultimi anni di una rivoluzione a cui tre giovani poeti dada-surrealisti non smettono di credere fino alla fine, vivendo - tra il 1973 e il 1977, anno in cui il protagonista sceglie la salvezza nella via dello zen - momenti turbolenti, pericolosi e affascinanti a Milano.

  • Il ritmo è quello del jazz, le citazioni, come sempre, coltissime, da Lacan a Jung, i personaggi narrati attraverso profili astrologici individuali. La storia invece è quella di tre amici, poeti surrealisti, tra cui l'autore, che si muovono nei meandri della rivolta giovanile degli anni Settanta, tra occupazioni e manifestazioni, artisti e situazionisti, con il sogno di cambiare il mondo, mentre la realtà era fatta di sprangate e libri rubati per sopravvivere, di uso di lsd nella migliore delle ipotesi e di eroina nella peggiore.

Conosci l’autore

Marco Pesatori

Marco Pesatori è nato a Milano. È laureato in Storia della critica d’arte con una tesi sul movimento Dada. Ha collaborato con le riviste “Alfabeta” e “La Gola” e, accanto a Gianni Sassi, ha organizzato le attività culturali, letterari e musicali della Cooperativa Intrapresa. È conosciuto anche per la magica rubrica astrologica che tiene dal 2002 su “D di Repubblica”. Con Feltrinelli ha pubblicato: 2012. Visioni e previsioni sul nuovo anno. Segno per segno, 2013. La rinascita dopo l’apocalisse. Segno per segno (pubblicati anche, segno per segno, nella collana digitale Zoom), Urano e la cerimonia del tè. Dialettiche e intrecci dei tre simboli fondamentali dell’astrologia contemporanea: Urano, Nettuno e Plutone (2014) e Il trigono del Sole (2016).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Ottobre, 2016
Collana: 
Varia
Pagine: 
304
Prezzo: 
18,00€
ISBN: 
9788807492082