Descrizione

Frutto di una ricerca durata diversi anni, questo libro descrive, grazie a tecniche etnografiche, i mondi criminali di una città dell’Italia del Nord. Vecchi contrabbandieri, uomini d’onore e camorristi, rapinatori, organizzatori del gioco d’azzardo, ma anche prostitute, italiane e straniere, spacciatori, ladruncoli e bidonisti (le diverse ombre cui allude il titolo) raccontano le loro attività passate e presenti, oltre che i rapporti con clienti, vittime e complici. I mondi criminali, illustrati dalla viva voce dei protagonisti, risultano così inestricabilmente connessi alla vita quotidiana della città, anche se perlopiù invisibili.
L’immagine del crimine è molto diversa da quelle prevalenti nell’opinione pubblica. Se si escludono le attività di ladruncoli o scippatori (oggetto di una paura diffusa), i mondi criminali non sono altro che luoghi in cui vengono venduti beni e servizi per la società legittima: corpi da usare, sostanze proibite, azzardi clandestini, credito illegale. Il crimine appare come il retrobottega di un mondo abbacinato dal denaro e dal consumo. Questo libro vuole essere più di una descrizione sociologica. Benché cerchi di essere oggettivo e rinunci a qualsiasi compiacimento, non arretra di fronte alle realtà più dure della vita segreta di una città e disegna il racconto etnografico della sua storia.

Conosci l’autore

Alessandro Dal Lago

Alessandro Dal Lago (Roma, 1947) ha insegnato e svolto attività di ricerca nelle Università di Genova, Pavia, Milano, Bologna e Philadelphia. Si è occupato di teoria sociale e politica, sociologia della devianza e dello sport, migrazioni internazionali ed etnografia urbana. Con Feltrinelli, La produzione della devianza (1981); Elogio del pudore (con Pier Aldo Rovatti; 1990); Non-persone (1999); La città e le ombre. Crimini, criminali, cittadini (con E. Quadrelli; 2003). Inoltre ha curato Carteggio 1926-1969 (di Karl Jaspers e Hannah Arendt; 1989); Archivio Foucault 2. Interventi, colloqui, interviste. 1971-1977 (1997; 2017); ha tradotto Aby Warburg (con Pier Aldo Rovatti; 2003) e ha scritto inoltre dei contributi a I signori delle mosche di Peter Warren Singer (2006) e a La solitudine del cittadino globale di  Zygmunt Bauman (2008).

Scopri di più >>

Emilio Quadrelli

Emilio Quadrelli (Genova, 1956) ha scontato in gioventù alcuni anni di carcere per reati associativi e contro il patrimonio. In seguito si è laureto in Lettere, è stato riabilitato, ha conseguito un dottorato di ricerca e, oltre ad aver intrapreso una carriera nel body building e nel sollevamento pesi, ha iniziato a lavorare come ricercatore sociale. Ha pubblicato saggi e ricerche sulla cultura delle palestre, sulle professioni criminali e sull'immigrazione.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2003
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
402
Prezzo: 
20,00€
ISBN: 
9788807103551
Genere: 
Saggistica, Università