Descrizione

Chicago, 1893. La Città Bianca, sede dell’Esposizione mondiale colombiana, nell’anniversario dei quattrocento anni della scoperta dell’America. Gli Stati Uniti proclamano al mondo la loro volontà di potenza e il cammino che hanno fatto in poco più di un secolo di storia. Il giovane Frederick Jackson Turner sale al podio per esporre la sua relazione su “Il significato della frontiera nella storia americana”. Nello stesso momento Buffalo Bill, il cui nome è già diventato sinonimo di cowboy, si sta esibendo nel suo spettacolo grandioso e popolarissimo, il Wild West.
Quello che hanno in comune l’uomo di spettacolo e il giovane ricercatore che fonda su una nuova base l’interpretazione della storia nazionale è la celebrazione della raggiunta grandezza degli Stati Uniti. Bruno Cartosio parte da qui per ripercorrere i fatti della “conquista del West” e raccontarne miti e rappresentazioni. Indaga la vitalità del mito e la sua capacità di assorbire contraddizioni, passi falsi, bugie e, in ultima analisi, di dare forma a un pezzo di storia americana e mondiale.
È un viaggio caleidoscopico, compiuto cercando di separare realtà e leggenda, ma al tempo stesso rivelandone gli intrecci e le interdipendenze. Con sguardo critico, Cartosio mostra come la costruzione ottocentesca del mito, poi esportato in tutto il mondo dai western di Hollywood, abbia forgiato l’identità americana, accompagnando e spesso coprendo con la maschera dell’avventura le realtà della violenza anti-indiana, della vita dura di singoli e famiglie, della conquista e dello sfruttamento rapinoso delle risorse di una terra ricca e generosa.

Il mito del Far West, della frontiera, è una formidabile costruzione in cui si fondono storia e immaginazione. Per tutto il mondo è quello dei film di Hollywood. Ma nella storia degli Stati Uniti non è soltanto cowboy e “ombre rosse”, avventura e grandi spazi. Già nell’Ottocento quel mito era stato anche giustificazione della conquista, copertura della violenza razziale, strumento per la gestione dei conflitti sociali.

Recensioni d'autore

  • Un libro importante che esplora il mito del Far West.

Conosci l’autore

Bruno Cartosio

Bruno Cartosio (1943) insegna Storia dell’America del Nord all’Università di Bergamo. Si occupa da anni di storia sociale e culturale degli Stati Uniti. Ha fondato e diretto “Ácoma. Rivista Internazionale di Studi Nordamericani”. Tra i suoi volumi: Anni inquieti. Società, media, ideologie negli Stati Uniti da Truman a Kennedy (1992), L’autunno degli Stati Uniti (1998), Da New York a Santa Fe (1999), Contadini e operai in rivolta (2003), Più temuti che amati. Gli Stati Uniti nel nuovo secolo (2005), Stati Uniti contemporanei. Dalla guerra civile a oggi (2010). Con Feltrinelli ha pubblicato New York e il moderno. Società, arte e architettura nella metropoli americana (1876-1917) (2007) e I lunghi anni sessanta. Movimenti sociali e cultura politica negli Stati Uniti (2012).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2018
Collana: 
Storie
Pagine: 
448
Prezzo: 
28,00€
ISBN: 
9788807111440
Genere: 
Saggistica