Solidarietà per la scrittrice palestinese-americana Susan Abulhawa, l'autrice dell'acclamato romanzo  Ogni mattina a Jenin detenuta all’aeroporto Ben Gurion mentre si recava al Festival della letteratura palestinese, ospite del British Council.  A lei va tutto il nostro sostegno. Clic qui per firmare la petizione per il rilascio di Susan Abulhawa

Ogni mattina a Jenin
Susan Abulhawa

Susan Abulhawa

Susan Abulhawa è nata da una famiglia palestinese in fuga dopo la Guerra dei Sei giorni e ha vissuto i suoi primi anni in un orfanotrofio di Gerusalemme. Adolescente, si è trasferita negli Stati Uniti, dove si è laureata in Scienze biomediche e ha avuto una brillante carriera nell’ambito della medicina. Autrice di numerosi saggi sulla Palestina, per cui è stata insignita nel 2003 del premio Edna Andrade, ha fondato l’associazione Playgrounds for Palestine, che si occupa dei bambini dei Territori occupati. I suoi articoli sono apparsi su numerose testate, tra le quali “The Huffington Post”, il “Chicago Tribune” e “The Christian Science Monitor”. Feltrinelli ha pubblicato Ogni mattina a Jenin (2011), il suo primo romanzo, e Nel blu tra il cielo e il mare (2015).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>