Descrizione

‟A volte viene il desiderio di mettere un po’ d’ordine tra le cose che ci siamo lasciati alle spalle. Ma il desiderio resta un pio desiderio se non arriva qualche occasione o spinta. Di recente se ne sono ammucchiate parecchie. Innanzitutto Ex cattedra, il mio primo libro, un diario che raccontava di scuola del 1985-86, sta per fare venti anni. Dieci invece ne sono passati da quando ho smesso di insegnare e, contemporaneamente, di tenere rubriche giornalistiche (‘Tango’, ‘Cuore’, ‘Corriere della Sera’) sulla scuola. Inoltre è da qualche tempo che, a differenza di vent’anni fa, raccontare la scuola è diventata un’attività diffusa, ma con uno spirito ormai distante da quello che per una dozzina di anni mi ha autorizzato a firmare racconti, commedie, film, interventi di vario genere su quel tema. Tutte queste cose insieme mi hanno fatto decidere a rimettere sguardo e mano su quello che di scolastico ho abbandonato di qua e di là. Moltissima roba l’ho lasciata dov’era, su giornali e riviste, a sbiadire definitivamente. Altre cose, poche, le ho recuperate per metterle accanto a Ex cattedra come testimonianza di una passione e di un percorso. Questo libro per me è una teca. Conserva e insieme espone le reliquie di un lavoro lungo, quello che ho fatto nelle aule per una trentina di anni, quello che ho fatto scrivendo, sia per il gusto di raccontare, sia per amore della scuola pubblica. Non si tratta di stinchi di santo dal profumo che ritempra. Ma per me è stato un tirocinio importante e una parte fondamentale della mia esperienza”.
Domenico Starnone

Conosci l’autore

Domenico Starnone

Domenico Starnone (Napoli, 1943) ha fatto l’insegnante e il redattore delle pagine culturali del ‟Manifesto”. Oltre a opere narrative, ha scritto molti libri sulla vita scolastica (da cui sono stati tratti i film La scuola di Daniele Luchetti e Auguri, professore di Riccardo Milani). Con Feltrinelli ha pubblicato Ex cattedra (1985, 1989, poi ampliato in Ex cattedra e altre storie di scuola nel 2006), Il salto con le aste (1989), Segni d’oro (1990), Fuori registro (1991), Eccesso di zelo (1993), Denti (1994, da cui Gabriele Salvatores ha tratto il film omonimo), Solo se interrogato. Appunti sulla maleducazione di un insegnante volenteroso (1995), La retta via. Otto storie di obiettivi mancati (1996), Via Gemito (2000, premi Strega e Napoli 2001), Labilità (2005, premi Flaiano e Castiglioncello) e Prima esecuzione (2007); con Einaudi, Spavento (2009), Autobiografia erotica di Aristide Gambia (2011) Lacci (2014), Scherzetto (2016), Le false resurrezioni (2018); ; con minimum fax, Fare scene. Una storia di cinema (2010). Ha inoltre introdotto, per i “Classici” Feltrinelli, Cuore (1993) di Edmondo De Amicis, Ultime lettere di Jacopo Ortis (1994) di Ugo Foscolo e Lord Jim (2002) di Joseph Conrad.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2006
Collana: 
Varia
Pagine: 
309
Prezzo: 
14,50€
ISBN: 
9788807490484
Genere: 
Saggistica