Finalmente in tascabile il fenomeno editoriale da 100.000 copie

I miei giorni alla libreria Morisaki di Satoshi Yagisawa

Il nuovo romanzo di un’autrice amatissima, da mesi in vetta alle classifiche.

Violeta di Isabel Allende

Un romanzo necessario che racconta la storia della Palestina, intrecciandola alle vicende di una famiglia che diventa simbolo delle famiglie palestinesi

Ogni mattina a Jenin di Susan Abulhawa

Barnum è il mondo che si squaderna come un Grande Show, come una sequenza ininterrotta di spettacoli.

Barnum di Alessandro Baricco

Hannah Arendt, La banalità del male

Otto Adolf Eichmann, uno dei comandanti delle SS responsabili dell’organizzazione della cosiddetta “soluzione finale”, fu processato nel 1961 a Gerusalemme. Hannah Arendt assistette al processo come inviata del “New Yorker” e ne nacque un libro scomodo, che pone le domande che non avremmo mai voluto porci e dà risposte che non hanno la rassicurante certezza di un facile manicheismo.

Tommasi di Lampedusa, Il gattopardo

Giuseppe Tomasi morì a Roma nel luglio del 1957. Il suo capolavoro, Il Gattopardo, pubblicato un anno e mezzo dopo la sua morte, rimase a lungo inedito, rifiutato da molti editori, ma al suo apparire fu subito riconosciuto come una delle massime opere letterarie del nostro secolo.

Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Louise Erdrich, Il guardiano notturno

È il 1953. La vita, la fiera identità culturale, gli amori e le lotte sociali di una piccola comunità di indiani, minacciata da un disegno di legge che vorrebbe smantellare le riserve.