Descrizione

“Un anonimo cantiere, un informe tumulo di detriti, e il cadavere sbagliato, nel posto sbagliato, al momento sbagliato. Nessuno avrebbe mai neppure potuto lontanamente immaginare che Marta, rispettata fisioterapista dalla personalità spumeggiante e dal corpo magnifico, avrebbe fatto quella fine. Per Dolores Vergani, Ispettrice della Squadra Omicidi, fin dallinizio l’indagine si presenta da un lato deviata dall’altro insensata. Quale chirugia ha lasciato le strane cicatrici sui fianchi della vittima? Quale credito si dovrebbe dare alle testimonianze della madre e dei colleghi di Marta, tutti fin troppo certi che non c’era nessun uomo nella sua vita? Perché una vera e propria galleria di figure una più bizzarra dell’altra, dal furtivo Attaccastronzi – un soprannome una garanzia – al Pazzo dell’arte con le sue cabine telefoniche, alla formosa Olga – addict di ogni dolcetto concepibile –, convergono a confondere un quadro investigativo già fin troppo enigmatico?

Eppure forse l’enigma è meno arcano di quanto la stessa Dolores Vergani riesca a immaginare. Fino a quale limite estremo, a quale soglia letale, può arrivare la ricerca affannosa, ossessiva dell’estetica e della bellezza?

Elisabetta Bucciarelli è sceneggiatrice di teatro, televisione e cinema. È stata premiata alla 53a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia ed è vincitrice del Premio Franco Fedeli e del Premio Giorgio Scerbanenco. Autrice di romanzi importanti quali Ti voglio credere, Happy hour e Corpi di scarto, con questo suo seducente, spiazzante Femmina De Luxe Elisabetta Bucciarelli re-imposta dalle fondamenta il concetto stesso di thriller noir.” Alan D. Altieri. Numero di caratteri: 107.385.

Conosci l’autore

Elisabetta Bucciarelli

Elisabetta Bucciarelli è una scrittrice milanese. Autrice per il teatro, la televisione e il cinema, dove è stata premiata alla 53a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia per la sceneggiatura del film Amati Matti, scritta dopo dieci anni di laboratori teatrali con pazienti affetti da disagio psichico. Ha firmato i saggi Io sono quello che scrivo, la scrittura come atto terapeutico (Calderini Edizioni) e Le professioni della scrittura (Ed. Il Sole24Ore). Nel 2005 esce il romanzo Happy Hour che ha inaugurato la felice serie dell’ispettrice Maria Dolores Vergani. Con Io ti perdono (Kowalski, 2009) vince il Premio Franco Fedeli e con Ti voglio credere (Kowalski, 2010) il Premio Giorgio Scerbanenco per il miglior Noir dell’anno. Tra gli altri suoi libri, Corpi di scarto (Edizioni Ambiente, 2011) e Femmina de Luxe (Perdisa Pop, 2008; Feltrinelli Zoom, 2013), dove compare per la prima volta il personaggio di Olga, presente anche in L’etica del parcheggio abusivo (Feltrinelli e Feltrinelli Zoom, 2013). È tradotta in Germania, Spagna e Francia.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 2016
Collana: 
ZOOM Filtri
Pagine: 
84
Prezzo: 
0,99€
ISBN: 
9788858851500
Genere: 
E-book