Descrizione

Questo libro è un intreccio di scrittura e cammino. Percorre e racconta un sentiero che va da Bologna a Firenze, da piazza Maggiore a piazza della Signoria, conosciuto come Via degli Dei.
Dieci anni fa, quando uscì la prima edizione, si era appena conclusa la guerra tra l’Appennino e l’Alta Velocità. La nuova ferrovia prometteva di avvicinare i capoluoghi di Emilia e Toscana come se fossero due fermate di una metropolitana. Oggi possiamo dire che quelle parole erano solo propaganda. I treni veloci fanno risparmiare una ventina di minuti di viaggio, ma dietro di sé hanno lasciato un inutile sacrificio di esseri umani, paesaggi, fiumi e sorgenti. L’Alta Velocità avrebbe dovuto spostare sulle rotaie parte del traffico dell’Autostrada del Sole. Invece di autostrade ne è arrivata un’altra, e la storia si è ripetuta.
Dieci anni dopo, la Via degli Dei è diventata uno dei cammini più frequentati d’Italia e questo testo un piccolo classico della narrativa di montagna. L’autore torna sui suoi passi e aggiunge alle vecchie pagine il racconto di quel che è accaduto nel frattempo: i luoghi che sono cambiati, quelli che sono rimasti intatti, le nuove storie che si sono depositate sul sentiero, le riflessioni imposte dalla sua notorietà, ma anche le sentenze per i disastri ambientali e le morti sul lavoro, i danni compiuti e mai più sanati. Perché il passato non si può cambiare, e nemmeno il futuro, ma bisogna sforzarsi di educare il presente. Crescerlo con più cura. Seguire per cinque giorni i segnavia biancorossi, tra incontri e leggende, per arrivare a Firenze a forza di gambe, scoprendo così quale mostruosa Entità minaccia boschi e vallate.
Per poterla riconoscere, la prossima volta. Cioè adesso.

“Queste storie sono fatte di tronchi e di pietra, prima che di parole.”

Cinque giorni di cammino da Bologna a Firenze, fra incontri inattesi e disastri ambientali, per conoscere le verità e gli spettri che plasmano il paesaggio. Per ascoltare senza fretta la voce dei luoghi e imparare a capirli.

Conosci l’autore

Wu Ming 2

Wu Ming 2 fa parte fin dalle origini del collettivo di scrittori che col nome Luther Blissett ha pubblicato il romanzo Q (Einaudi 1999). All’alba del nuovo millennio, con l’aggiunta di un “quinto elemento” il gruppo ha cambiato nome in Wu Ming (che in cinese mandarino vuol dire “anonimo”). Ogni membro del collettivo, in ordine alfabetico, è contraddistinto da un numero. Oltre a Havana Glam e 54 (Einaudi 2002), Wu Ming ha pubblicato Asce di Guerra (con Vitaliano Ravagli, Tropea 2000), Manituana (Einaudi, 2007), Altai (Einaudi, 2009), Previsioni del tempo (Einaudi, 2010), Anatra all’arancia meccanica (Einaudi, 2011), L’armata dei sonnambuli (Einaudi, 2014), L’invisibile ovunque (Einaudi, 2015), Proletkult (Einaudi, 2018). Wu Ming 2 ha pubblicato il romanzo Guerra agli umani (Einaudi, 2004 e 2008),Timira (Einaudi, 2012; con Antar Mohamed), La via del sentiero (Edizioni dei Cammini, 2015) e Il sentiero luminoso (Ediciclo, 2016). I libri di Wu Ming sono tradotti in tredici lingue e pubblicati in una ventina di paesi. Il sito ufficiale di Wu Ming è www.wumingfoundation.com

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 2021
Collana: 
Varia
Pagine: 
272
Prezzo: 
17,00€
ISBN: 
9788807492914
Genere: 
Varia