Descrizione

“‘Io vi ho raccontato tanto di me. Adesso voi dovete scrivere un libro sulla mia vita. Non ho mai scritto un libro, non ho mai pensato di poter scrivere… Ma vorrei raccontare il mio popolo rom, con le sue tradizioni, le sue storie d’amore e di sofferenza.’ Gesticola mentre parla: solleva le mani, le tiene sospese in aria, la fronte aggrottata. ‘E poi a voi vi ascoltano. Se lo scrivete voi, questo libro, tutti sapranno che è anche bello essere rom.’“ Jovica Jovic è un grande musicista. Con la sua fisarmonica ha suonato in tutta Europa, in teatri, balere, matrimoni, sagre, festival. E come musicista l’hanno conosciuto Moni Ovadia e Marco Rovelli, ma presto è per loro diventato un amico e un formidabile cantastorie: quella volta che rubò le galline alla vicina cieca, quella volta che il padre Dušan compose una canzone ad Auschwitz, quella volta che non si voleva sposare, ma si sposò lo stesso, quella volta che la guerra in Jugoslavia gli distrusse la chiesa che aveva costruito, quella volta che si comprò una Dallapé rossa fiammante come una Ferrari… In questo libro molto speciale tutte le storie di Jovica Jovic compongono un arazzo coloratissimo, fatto anche di discussioni con Moni e con Marco, di lettere e di fiabe, di riflessioni e di invenzioni. E sotto gli occhi del lettore prende vita l’universo rom, al di fuori degli stereotipi ma ricco di personaggi, situazioni e avventure rocambolesche, calato nella storia del Novecento – dalla deportazione del popolo rom ad Auschwitz alle guerre balcaniche – ma anche immerso nelle tradizioni, negli usi e nei costumi di una cultura millenaria, e soprattutto vivo, orgoglioso e sorprendente.

Video

Conosci l’autore

Moni Ovadia

Salomone “Moni” Ovadia (Plovdiv, 1946) è un attore teatrale, drammaturgo, scrittore, compositore. È cresciuto musicalmente con Roberto Leydi e Sandra Mantovani. L’esordio teatrale è del 1984. La grande svolta è lo spettacolo Oylem Goylem (“Il mondo è scemo” in yiddish), con cui si impone all’attenzione del grande pubblico. Lo spettacolo nel 2005 verrà pubblicato in dvd da Einaudi. Ha scritto numerosi libri tra cui Perché no? L’ebreo corrosivo (Bompiani, 1996), L’ebreo che ride. L’umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle (Einaudi, 1998), Lavoratori di tutto il mondo, ridete. La rivoluzione umoristica del comunismo (Einaudi, 2007), Il conto dell’ultima cena. Il cibo, lo spirito e l’umorismo ebraico (con Gianni Di Santo; Einaudi, 2010) e La meravigliosa vita di Jovica Jovic (con Marco Rovelli; Feltrinelli, 2013). Per "Audiolibri - Emons Feltrinelli" ha letto La cotogna di Istanbul (2011) di Paolo Rumiz.

Scopri di più >>

Marco Rovelli

Marco Rovelli (Massa, 1969) è scrittore e musicista. Come scrittore, ha pubblicato nel 2006, con il libro Lager italiani (Rizzoli), un “reportage narrativo” interamente dedicato ai centri di permanenza temporanea (cpt), raccontati attraverso le storie di coloro che vi sono stati reclusi. È del 2008 Lavorare uccide (Rizzoli), mentre nel 2009 ha pubblicato Servi (Feltrinelli), il racconto di un viaggio nei luoghi e nelle storie dei clandestini al lavoro. Collabora con “il manifesto” e “l’Unità”, su cui tiene una rubrica settimanale. In campo teatrale, dal libro Servi Marco Rovelli ha tratto, nel 2009, un omonimo “racconto teatrale e musicale” che lo ha visto in scena insieme a Mohamed Ba, per la regia di Renato Sarti del Teatro della Cooperativa. Feltrinelli ha pubblicato anche La meravigliosa vita di Jovica Jovic (con Moni Ovadia; Feltrinelli, 2013).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2013
Collana: 
Serie Bianca
Pagine: 
200
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807172489
Genere: 
Saggistica