Descrizione

“Gli stati sono grandi produttori di categorie neoetniche a partire da marcatori religiosi”

Perché decine di migliaia di musulmani si convertono al cristianesimo o diventano testimoni di Geova? Come si spiega che la religione che cresce più velocemente nel mondo sia il pentecostismo? Perché il salafismo, una dottrina musulmana particolarmente severa, attira i giovani europei? Perché tanti giovani si stringono intorno al papa nelle Giornate mondiali della gioventù e così pochi entrano in seminario? Come è possibile che i difensori della tradizione anglicana conservatrice siano oggi nigeriani, ugandesi e kenioti, mentre il primate della Chiesa d’Inghilterra approva l’uso della sharia? Perché la Corea del Sud, in proporzione ai suoi abitanti, fornisce il più alto numero di missionari protestanti del mondo? Come è potuto succedere che il primo musulmano e il primo buddhista eletti al Congresso americano siano neri convertiti? La teoria dello scontro di civiltà non permette di comprendere questi fenomeni. Perché, lungi dall’essere l’espressione di identità culturali tradizionali, il revivalismo religioso è una conseguenza della globalizzazione e della crisi delle culture. La “santa ignoranza” è il mito di una purezza religiosa che si costruisce al di fuori delle culture. Questo mito anima i fondamentalismi moderni, in concorrenza tra loro su un mercato delle religioni che acuisce le loro divergenze e contemporaneamente standardizza le loro pratiche.

Conosci l’autore

Olivier Roy

Olivier Roy insegna all’Istituto universitario europeo di Firenze ed è consigliere scientifico del Middle East Directions presso il Robert Schuman Centre for Advanced Studies. È stato consulente del ministero degli Affari esteri francese e ha lavorato come consulente dell’Ufficio delle Nazioni Unite incaricato di coordinare i soccorsi in Afghanistan. Tra il 1993 e il 1994 è stato rappresentante dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) in Tagikistan. Ha viaggiato molto in Medio Oriente e si è occupato dell’Islam europeo e delle questioni legate all’immigrazione, in particolare a partire dalla città di Dreux, dove ha vissuto quarant’anni. 
Tra i suoi libri tradotti in italiano ricordiamo: Global Muslim. Le radici occidentali del nuovo Islam (Feltrinelli, 2003), L’impero assente. L’illusione americana e il dibattito strategico sul terrorismo (Carocci, 2004), Islam alla sfida della laicità. Dalla Francia una guida magistrale contro le isterie xenofobe (Marsilio, 2008), La santa ignoranza. Religioni senza cultura (Feltrinelli, 2009), Generazione Isis (Feltrinelli, 2017) e L’Europa è ancora cristiana? Contro il nuovo nazionalismo (2019).

 

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Giugno, 2017
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
320
Prezzo: 
11,00€
ISBN: 
9788807889769
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Massimiliano Guareschi