Descrizione

Un padre, newyorkese d’adozione, riscopre il Giappone attraverso la curiosità del figlio dodicenne, superappassionato di manga. Fosse per Peter Carey si andrebbero a vedere solo musei, antichi opifici di spade e altre ‟cose tipiche”. Charley invece preferisce le sale giochi, i fast food e i meganegozi di elettrodomestici. Un libro che ironizza sul gap culturale e tecnologico tra genitori e figli, tra giapponesi e resto del mondo. L’atto di pentimento di un uomo che, viaggiando con i paraocchi della ‟cultura alta”, si rende conto di perdersi l’emozione dell’ordinario, lo stupefacente del contemporaneo. Fra gli incontri straordinari quello con il regista Miyazaki, autore del recente film d’animazione Il castello errante di Howl e con alcuni personaggi rappresentativi dell’underground manga. Un viaggio nel Giappone pop dell’animazione, dei robot e dei cloni di Elvis Presley. ‟Non adatto a un pubblico adulto, se non accompagnato da figli minorenni e disposto ad ascoltarli” potrebbe essere lo slogan di questo libro.

Conosci l’autore

Peter Carey

Peter Carey, nato in Australia nel 1943, ha ottenuto innumerevoli riconoscimenti internazionali fra cui due premi Pulitzer e due premi Booker. Autore di romanzi e adattamenti cinematografici, è considerato fra i più grandi romanzieri contemporanei. Con Feltrinelli ha pubblicato Manga, fast food & samurai. Un Giappone tutto sbagliato (2006), Furto. Una storia d’amore (2007), Piccolo fuorilegge (2009) e Parrot e Olivier in America (2011) che è stato finalista al Booker Prize 2010.

 

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 2006
Collana: 
Traveller Luoghi D'Autore
Pagine: 
127
Prezzo: 
10,00€
ISBN: 
9788871082073
Traduttore: 
Giovanni Pesce