Descrizione

Nell'arco dell'attività del grande maestro, quest'opera sul Rinascimento è una delle prove più complete e geniali di esperimento metodologico in atto, uno dei contributi di storia dell'arte più ricchi e traboccanti di dottrina e di scoperte, di sintesi e di intuizioni, e al tempo stesso accessibile ai profani per la sua straordinaria felicità divulgativa. Nati per un ciclo di lezioni all'Università di Uppsala nel 1952, organizzati in forma di libro nel 1957, riveduti per una nuova edizione nel 1964, questi quattro saggi, o quattro capitoli, trattano: il problema storiografico e ideologico del Rinascimento; gli aspetti che ebbero attraverso i secoli le varie ‟premesse” o ‟anticipazioni” dello spirito rinascimentale; la pittura italiana trecentesca e la sua influenza determinante nel resto d'Europa; le componenti fondamentali della cultura filosofica, letteraria e figurativa del Quattrocento italiano.

Conosci l’autore

Erwin Panofsky

Erwin Panofsky (1892-1968) è uno dei più grandi storici dell’arte del Ventesimo secolo. Dal 1921 fu professore di Storia dell’arte ad Amburgo. Gli scritti di Alois Riegl e il criticismo kantiano, specie nei moderni sviluppi di Ernst Cassirer, furono i suoi punti di riferimento principali. Fu in stretta e fruttuosa collaborazione con i ricercatori dell’Istituto Warburg di Amburgo, e particolarmente con il suo direttore, Fritz Saxl. All’avvento del nazismo Panofsky si trasferì negli Stati Uniti, dove insegnò nelle università di New York e Princeton. Feltrinelli ha pubblicato La prospettiva come forma simbolica (1961, 1991), La vita e le opere di Albrecht Dürer (1967), Rinascimento e rinascenze nell’arte occidentale (1971, 2009).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2013
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
392
Prezzo: 
22,00€
ISBN: 
9788807882470
Genere: 
Saggistica 
Curatore: 
Gregor Paulsson
Traduttore: 
Maurizio Taddei