Qualcosa resta

di Alessandro Mari

16,15 € 17,00 € -5%
4,99 €
Oppure su

Pedro ha un sospetto, una speranza, forse una fede: crede che il suo cane Lobo sia capace di fiutare la morte. E con un talento così, pensa, si potrebbe davvero impedire che muoiano le persone a cui vogliamo bene. Che muoiano troppo presto, almeno. Invece, ad andarsene anzitempo per un infarto è proprio Ida, la sua compagna, e lui si convince di averle “rotto il cuore”.
Pedro e Ida si erano conosciuti nella clinica veterinaria di Aridosa, città speciale sorta dalle macerie di un borgo grazie alla volontà e all’ingegno della Professora: un luogo dove i vecchi possono andare incontro alla fine con dignità e dove immigrati e seconde generazioni, accudendo loro, intanto reinventano l’Italia e la vita. A Ida, veterinaria di Aridosa, Pedro aveva confidato la sensazione che i problemi di salute di Lobo fossero, in realtà, segnali del suo straordinario talento. E adesso che Ida è morta, Pedro si colpevolizza e si dispera: non avendo saputo leggere i segnali mandati da Lobo, non è riuscito a salvarla. Ma col tempo – anche grazie al fratello di Ida che di questa storia è la voce narrante – Pedro capisce che Lobo non è attratto dall’odore della morte, ma da quello del bene che compiono certe persone: dal buono che si lasciano dietro, magari senza accorgersene. E allora da Aridosa, inseguendo la scia di quest’odore di buono, Pedro e Lobo iniziano un viaggio che è un’indagine nel sentimento del mondo: perché l’amore, in fondo,
è un odore.
Dopo sei anni di silenzio, Alessandro Mari torna alla narrativa con una scrittura simbolica e al tempo stesso concretissima. A passi lievi, con umorismo e tenerezza, con realismo e poesia, si muove in ciò di cui più importa agli esseri umani e alla letteratura: l’amore, la morte, la forza benefica che viene dalla capacità di immaginare qualcosa che magari non si vede, sì, ma si sente eccome.

“Ad averci il naso giusto, in un odore puoi leggerci anche il buono che resta di ciascuno, il buono che la gente lascia nell’aria, nelle cose, negli altri: quest’odore che sale fino alle stelle o che, dalle stelle, ci viene.”

Leggi tutto…

Alessandro Mari

Alessandro Mari (1980) è narratore e traduttore. Con Troppo umana speranza (Feltrinelli, 2011), suo esordio narrativo, si è imposto all’attenzione di pubblico e critica vincendo il Premio Viareggio-Rèpaci. Ha poi …

Scopri di più sull’autore
  • Marchio: FELTRINELLI
  • Data d’uscita: 9 Maggio 2023
  • Collana: I Narratori
  • Pagine: 192
  • Prezzo: 16,15 €
  • ISBN: 9788807035456
  • Genere: Narrativa
Le autrici e gli autori del Gruppo Feltrinelli al Salone Internazionale del Libro di Torino 2023

Le autrici e gli autori del Gruppo Feltrinelli al Salone Internazionale del Libro di Torino 2023

Dal 18 al 22 maggio si terrà la XXXV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, dal titolo Attraverso lo specchio. Un omaggio all'universo di Lewis Carroll che invita i lettori e le lettrici ad immergersi dentro nuovi mondi, sempre attenti al presente ma con la testa tra le pagine. Cinque giorni ricchi di incontri. Scopri gli appuntamenti delle autrici e degli autori del Gruppo Feltrinelli! Vi aspettiamo al nostro stand nel Padiglione Oval – Stand T38 - U37 .