In Giappone in questo periodo dell'anno si celebra la fioritura dei Sakura (ciliegi). Sono i giorni dell'Hanami, letteralmente, “godere della fioritura”.
Un fiore che sboccia è simbolo di rinascita, incarna la bellezza e la fragilità dell'esistenza. É un'occasione di gioia ma anche di meditazione.

Banana Yoshimoto sonda e affronta da sempre, in modo unico e inconfondibile, i significati dell'Hanami. Le sue pagine sono intrise di delicati misteri, amore per la vita, consapevolezza della sua fragilità e del suo essere unica.
In questo momento dell'anno così speciale,
Zoom le rende omaggio con cinque nuovi ebook nella collana Zoom Flash.
In fondo alla pagina alcuni interventi in video di Banana Yoshimoto e gli altri suoi suoi titoli nella collana Zoom.

 
 

 

 

 

 Per molto tempo ho covato pregiudizi nei confronti dell’occulto, la religione, la New age, Kitaro, il channelling. Il minimo riferimento, su un giornale, alla televisione o per strada, a questo tipo di cose mi faceva venir voglia di scappare.
Sangue e acqua -> Vai alla scheda

 
 

 

 

 

 ...E quando finalmente crollo sul letto... comincio a sentire quella piacevole voce che canta... Un canto lieve, più sensuale di quello di un angelo, più reale. Con quel briciolo di coscienza che mi resta, tendo disperatamente le orecchie nel tentativo di afferrarne il motivo. Ma mentre il sonno mi avvolge, anche quella felice melodia si dissolve nel sogno.
Un’esperienza -> Vai alla scheda

 
 

 

 

 

 Io credo che il fiume possieda una forza fatale, che la natura e i palazzi e le catene di monti per il solo fatto di esistere in questo mondo irradino una forza liberatrice. Tutto è collegato, interdipendente, e come parte di questo insieme ho vissuto e continuato a vivere, ma non c’è niente che possa decidere da sola.
Strana storia sulla sponda del fiume -> Vai alla scheda

 
 

 

 

 

 Pensavo che se le cose andavano bene com’erano, non era il caso di cambiarle, e ciò valeva anche in questo caso. Poiché ero in credito col destino e di molto, mi ero convinta che d’ora in avanti per essere felice, mi sarebbe bastato vivere in modo normale. Pensavo perfino di averne il diritto.
Un sogno gentile -> Vai alla scheda

 
 

 

 

 

 La nostra era una relazione decisamente tranquilla. Nessun momento di esaltazione, nessun litigio, tanto da chiederci se non eravamo stupidi. Il motivo per cui ci eravamo messi insieme era stato futile, al pari di quello di due studenti delle scuole medie.
Oltre la finestra -> Vai alla scheda

 
 
 
 
Banana Yoshimoto

Banana Yoshimoto

Banana Yoshimoto (Tokyo, 1964) ha conquistato un grandissimo numero di lettori in Italia a partire da Kitchen, pubblicato da Feltrinelli nel 1991, e si è presentata come un autentico caso letterario. Dei suoi altri libri, tutti pubblicati da Feltrinelli, ricordiamo: N.P. (1992), Sonno profondo (1994), Tsugumi (1994), Lucertola (1995), Amrita (1997), Sly (1998), L’ultima amante di Hachiko (1999), Honeymoon (2000), H/H (2001), La piccola ombra (2002), Presagio triste (2003), Arcobaleno (2003), Il corpo sa tutto (2004), L’abito di piume (2005), Ricordi di un vicolo cieco (2006), Il coperchio del mare (2007), Chie-Chan e io (2008), Delfini (2010), Un viaggio chiamato vita (2010), High & Dry. Primo amore (2011), Moshi moshi (2012), A proposito di lei (2013),  Andromeda Heights. Il Regno 1 (2014), Il dolore, le ombre, la magia. Il Regno 2 (2014), Il lago (2015), Il giardino segreto. Il Regno 3 (2016), Another World. Il Regno 4 (2017), Le sorelle Donguri (2018) oltre ad alcuni racconti nella collana digitale Zoom (Moonlight Shadow, 2012, Ricordi di un vicolo cieco, 2012, La luce che c’è dentro le persone, 2011). Banana Yoshimoto ha vinto il premio Scanno nel 1993, il premio Maschera d’Argento nel 1999 e il premio Capri nel 2011.

Vai alla scheda >>