Francesco Gesualdi

Francesco Gesualdi, già allievo di don Milani, è fondatore e coordinatore del Centro Nuovo Modello di Sviluppo di Vecchiano (Pisa), che si propone di ricercare nuove formule economiche capaci di garantire a tutti la soddisfazione dei bisogni fondamentali. Coordinatore di numerose campagne di pressione, è tra i fondatori insieme ad Alex Zanotelli di Rete Lilliput. Fra le opere più significative del Centro e di Gesualdi si possono citare Lettera ad un consumatore del Nord (Emi, 1994), Manuale per un consumo responsabile (Feltrinelli, 1999), Guida al consumo critico (Emi, 2003), Sobrietà. Dallo spreco di pochi ai diritti per tutti (Feltrinelli, 2005), Il mercante d’acqua (Feltrinelli, 2007), L’altra via. Dalla crescita al benvivere, programma per un’economia della sazietà (Terre di Mezzo, 2009), I mercanti della notizia. Guida al controllo dell’informazione in Italia (Dissensi, 2011), Le catene del debito (Feltrinelli, 2013) e, nella collana digitale Zoom, L’economia del bene comune (Feltrinelli, 2013).

Le catene del debito di Centro nuovo modello di sviluppo, Francesco Gesualdi

Il debito pubblico italiano è enorme. L’intera Europa teme il collasso degli stati più fragili. Nessuna delle democrazie occidentali sembra avere più le risorse necessarie per reggere sui mercati finanziari. Ma da dove viene questo debito incombente e inestinguibi…

Francesco Gesualdi: ‟Aumentiamo il benessere, non il Pil”

Secondo Francesco Gesualdi, l'allievo di don Milani fondatore del Centro nuovo modello di sviluppo di Vecchiano (Pisa) e autore di saggi come Sobrietà. Dallo spreco di pochi ai diritti per tutti, ‟sviluppo è un termine da rivedere. Le Nazioni unite hanno già introdotto il concetto di sviluppo umano, che va oltre ai parametri economici, ma comunemente si continua a identificare lo sviluppo con la crescita economica. E quest'idea deve essere abbandonata”.