Descrizione

Abbas Karam Younis, un giovane commediografo ancora sconosciuto, scrive il suo primo dramma ed espone sul palcoscenico i segreti più sordidi e intimi della sua famiglia e della troupe di cui fa parte.
Costruita intorno alla vita della compagnia teatrale, la stessa storia è narrata da quattro diversi punti di vista: quello di un amico di famiglia, del padre, della madre e, finalmente, di Abbas, che è il vero protagonista del romanzo.
Il padre Karam, suggeritore, è uno scommettitore incallito, mentre la madre Halima, cassiera del teatro, esercita anche la prostituzione. Dopo un inizio idilliaco la coppia finirà per trasformare la propria casa in un covo di trafficanti di droga, e nella sede di oscuri e loschi traffici.
Abbas decide di sposare una delle donne della compagnia teatrale, provocando la folle gelosia dell'attore Tariq, ma anche a causa delle condizioni di estrema povertà in cui continua a vivere, la donna, già debole e malata, muore.
Abbas scompare misteriosamente, lasciando un biglietto di addio. Un suicidio?

Conosci l’autore

Nagib Mahfuz

Naghib Mahfuz è nato nel 1911 al Cairo (quartiere di Gamaliyyah) dove è morto nel 2006. Considerato uno dei massimi scrittori arabi di tutti i tempi, è stato l’unico insignito del premio Nobel per la letteratura (1988). Oltre a romanzi, saggi e racconti ha scritto anche sceneggiature televisive e cinematografiche e ha lavorato a lungo come giornalista. È stato vittima, nel 1994,  di un attentato di fondamentalisti islamici. Con Feltrinelli ha pubblicato: Il nostro quartiere (1989), Vicolo del mortaio (1989), Il ladro e i cani (1990), Notti delle mille e una notte (1997), Miramar (1999) e Canto di nozze (2003).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 2006
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
131
Prezzo: 
7,00€
ISBN: 
9788807819018
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Valentina Colombo