Descrizione

È quasi centenaria Edena, quando in un racconto scandito in sedici veglie si mette a rievocare la propria storia e quella del suo popolo, gli etoni. Nel grande affresco corale che ne deriva viene descritta la vita di un villaggio africano ai tempi della colonizzazione, dove sfilano bianchi e neri, uomini prevaricanti e donne sottomesse, e tutta una serie di personaggi misteriosi e fiabeschi in bilico tra modernità e tradizione. Edena è la figlia di Assanga Djuli, il saggio e autorevole capo villaggio, e di Andela, creatura devota e rassegnata, diversamente dalla seconda moglie del marito, l'edonista e sfrontata Fondamento di Piacere. Mentre il ritmo dell'esistenza intrisa di magia e superstizione scorre come sempre, si avvertono i primi segni e presagi di una trasformazione incombente. Arrivano gli occidentali, a partire da Michelangelo di Montparnasse, quindi i colonizzatori, tedeschi prima, francesi poi. Gli equilibri tradizionali ne vengono travolti, gli uomini sono arruolati in guerre non loro e si diffondono anche le conversioni al cristianesimo. Primo fra tutti, Cristiano n. 1, il giovane che Edena vorrebbe per sposo. Ma un destino diverso l'attende: dopo un susseguirsi di frustrazioni e umiliazioni, acquisita maggiore consapevolezza di sé, trova la forza di ribellarsi all'ipocrisia delle convenzioni e di fuggire. Con lei, i tanti protagonisti del romanzo vanno incontro al nuovo, in una narrazione che ha la poesia della nostalgia ma anche la leggerezza della fiaba grottesca e la vivacità dell'epopea, con un'ironia che stempera rabbia e dolore in superiore saggezza. Quella di chi sa che nella vita tragedia e commedia sono indissolubilmente legate.

Conosci l’autore

Calixthe Beyala

Calixthe Beyala (1961), nata a Douala nel Camerun, ha lasciato il suo paese a diciassette anni per trasferirsi a Parigi. Autrice di numerosi romanzi, è considerata una delle voci più interessanti della letteratura africana francofona. Oltre a Gli onori perduti (Epoché, 2003; Feltrinelli, 2005), che ha vinto il Grand Prix du roman de l’Académie française, in Italia ha successivamente pubblicato Selvaggi amori (e/o, 2004), Come cucinarsi il marito all’africana (Epoché, 2004), A bruciarmi è stato il sole (Epoché, 2005), Gli alberi ne parlano ancora (Epoché, 2007; Feltrinelli, 2010) e La piantagione (Epoché, 2008).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 2010
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
320
Prezzo: 
8,50€
ISBN: 
9788807721502
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Monica Martignoni
Traduttore: 
Rosa Penna