Descrizione

Dio è una misteriosa necessità nel cammino dell’uomo: Gaia Servadio prende le mosse da questa constatazione, e dalle mura dell’antica città siriana di Dura Europos, per intraprendere con la leggerezza e la profondità che le sono proprie un viaggio nella spiritualità attraverso i secoli e i popoli. Sulle rive del Tigri e dell’Eufrate, tra le nuvole che sormontano il Tauro, in mezzo alle rocce del Negev, sui ghiacciai dell’Ararat, in Persia e prima ancora in India, sui monti del Caucaso, sull’altopiano dell’Anatolia, le tante divinità di volta in volta create sono in fondo sempre lo stesso Dio, inteso come espressione di un bisogno – dapprima concreto e poi sempre più spirituale – che porta l’uomo a costruire un Essere Superiore. Il Dio che emerge dai bassorilievi e dalle statue, dai dipinti, dalle architetture dei templi, è un Dio che è sempre uguale e che sempre cambia nel tempo e nello spazio, secondo le necessità di chi lo custodisce nel proprio cuore.

Con lo spirito della grande viaggiatrice, Gaia Servadio segue dunque le tracce del Viaggiatore per eccellenza. La multiforme identità di Dio si rivela nei luoghi che ora la violenza di una spaventosa guerra di religione prova a cancellare, distruggendo le vestigia di tanta memoria spirituale, artistica, culturale: un patrimonio immenso, che in questo libro è evocato con brio e smagliante curiosità.

“Dio è ciò che l’uomo crea per dare un senso alla propria esistenza e lo crea a sua misura, un inconscio assemblaggio; e dato che l’uomo ha bisogno di determinate cose e ragiona più o meno come il suo prossimo, ecco che gli dèi si somigliano tra loro.”

Recensioni d'autore

  • Cammino nella spiritualità attraverso i secoli e i popoli.

  • Dalla Siria all'India, il racconto delle diverse divinità venerate nel mondo e dei relativi luoghi di culto, da parte di un'appassionata viaggiatrice.

Conosci l’autore

Gaia Servadio

Giornalista, narratrice, saggista e pittrice, Gaia Servadio vive dal 1956 a Londra, tra l’Inghilterra e l’Italia. Ha esordito su “Il Mondo” di Pannunzio e ha poi lavorato per “La Stampa”. Ha lavorato inoltre per la Bbc radio e televisione, il “Corriere della Sera”, “The Observer”, “The Times”, “The Sunday Times” e “The Daily Telegraph”. È stata vicepresidente della stampa estera a Londra; ha fatto parte dell’esecutivo della London Symphony Orchestra, ha affiancato Claudio Abbado nell’organizzazione del festival Mahler and the Second School of Vienna (Londra 1982-83) e ha collaborato con il teatro Massimo di Palermo. In Italia è stata insignita del titolo di Cavaliere ufficiale della Repubblica dal presidente Sandro Pertini e poi di quello di Commendatore dal presidente Giorgio Napolitano. Ha tenuto conferenze e lezioni presso le università di Oxford e Cambridge (anche alla Oxford Union), a Londra, Manchester, Edimburgo, New Delhi, Melbourne, Toronto, Sydney. Per due anni ha lavorato all’organizzazione di un festival delle arti in Siria. Ultimamente, ha parlato al Literary Festival di Oxford (sul libretto d’opera), alla National Gallery di Londra (sulla donna nella Riforma e nella Controriforma), al Festival di Todi “Rossini allo specchio”. Con Feltrinelli ha pubblicato: Tanto gentile e tanto onesta (1967), L’azione consiste. Don Giovanni (il dissoluto punito) (1968), Il Metodo (1970), Raccogliamo le vele (2014), Gioachino Rossini (2015), I viaggi di Dio (2016) e Mozia. Fenici in Sicilia (2018). Ha inoltre introdotto per l’Universale Economica Londra. Una guida per donne in viaggio (1995) di Josie Barnard. Per i “Classici” ha curato Salomè (2008) di Oscar Wilde.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2016
Collana: 
Varia
Pagine: 
288
Prezzo: 
17,00€
ISBN: 
9788807492044
Genere: 
Narrativa