Descrizione

Tutto inizia con una lotteria di campagna. La piccola Zuppi vince il primo premio: un maialino con un codino minuscolo. Il papà di Zuppi non è molto contento e ancor meno il proprietario della casa in cui vivono, che non esita a cacciarli. Così, Zuppi, i fratelli e i genitori si trasferiscono in una casetta accanto a un campo di calcio e ben presto Mimmo Codino diventa la mascotte della squadra locale. Non solo, Mimmo è così veloce che insegue la palla quando i giocatori sono stanchi. La sua carriera in campo però dura poco perché Mimmo infastisce gli arbitri e, quando gli assegnano un cartellino rosso per escluderlo dalle partite, iniziano i guai. Eppure nulla può fermare Mimmo e Zuppi e i due, insieme, faranno di tutto perché lo straordinario maialino corridore continui a giocare!

Anche un maialino può diventare campione di calcio, proprio come l’inafferrabile Mimmo Codino!

Conosci l’autore

Uwe Timm

Uwe Timm è nato nel 1940 ad Amburgo. Ha scritto romanzi, sceneggiature e libri per l’infanzia, tradotti in molte lingue.
Considerato uno dei maggiori autori contemporanei tedeschi, ha ricevuto numerosi riconoscimenti fra cui il premio Napoli, il premio Mondello e, con Il maialino che giocava a calcio (Feltrinelli, 2022), il prestigioso Jugendliteraturpreis.
Per Feltrinelli ha pubblicato anche Un topino a Parigi (2020), illustrato da Axel Scheffler.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2022
Collana: 
Feltrinelli Kids
Pagine: 
160
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807923784
Genere: 
Narrativa, Ragazzi, Tascabili 
Traduttore: 
Floriana Pagano
Illustratore: 
Axel Scheffler