Descrizione

Di cosa è fatta la ‟cosa” dell'architettura? È la forma delle nostre materie ordinate allo scopo dell'abitare, del produrre e rivelare luoghi come cose: suo compito è dare significato all'intero ambiente fisico. Progettare significa quindi ordinare la particolare complessità dei sistemi di materiali di cui è composta l'architettura. Siamo pervenuti così a un'idea che ci pare centrale per il nostro modo di pensare la progettazione: essere la struttura della progettazione di natura fondamentalmente formale; ogni altro aspetto (stilistico, ideologico, tecnico, economico) è solo materiale, anche se tale materiale orienta particolarmente il processo della progettazione. Non rivoluzioneremo mai la società per mezzo dell'architettura, ma potremo rivoluzionare l'architettura: questo è comunque ciò che dobbiamo fare come architetti.
Il territorio dell'architettura è stato pubblicato in ‟Materiali” nel 1966, in ‟SC/10” nel 1972 e in ‟Campi del sapere” nel 1987.

Conosci l’autore

Vittorio Gregotti

Vittorio Gregotti (Novara, 1927), architetto, urbanista, saggista, dopo la laurea in architettura nel 1952 al Politecnico di Milano, ha lavorato con Ludovico Meneghetti e Giotto Stoppino (Architetti Associati), ha poi fondato nel 1974 la Gregotti Associati, di cui è presidente. Professore ordinario di Composizione architettonica presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, ha insegnato presso le facoltà di Architettura di Milano e Palermo, ed è stato visiting professor in diverse università straniere. Ha partecipato a numerose esposizioni nel mondo e ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali, si è occupato della Biennale di Venezia, è membro del Bund der deutschen Architekten e membro onorario dell’American Institute of Architects. Già direttore di “Casabella” e “Rassegna”, ha collaborato anche con “Corriere della Sera” e “la Repubblica”. Oltre a Il territorio dell’architettura (Feltrinelli, 1988), tra i suoi libri: Il disegno del prodotto industriale (Electa, 1982), Questioni di architettura (Einaudi, 1986), Dentro l’architettura (Bollati Boringhieri, 1991), La città visibile (Einaudi, 1993), Identità e crisi dell’architettura europea (Einaudi, 1999), Diciassette lettere sull’architettura (Laterza, 2000), Autobiografia del XX secolo (Skira, 2005), L’architettura nell’epoca dell’incessante (Laterza, 2006), Tre forme dia architettura mancata (Einaudi, 2010), Architettura e postmetropoli (Einaudi, 2011), Incertezze e simulazioni (Skira, 2012), Il sublime al tempo del contemporaneo (Einaudi, 2013).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2014
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
208
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807884801
Genere: 
Tascabili 
Prefatore: 
Umberto Eco