Descrizione

In questo volume si parla non di Circo ma di Piccolo Circo, una differenza sottile ma sostanziale. Non del Circo Equestre, quello che si tramanda da quasi due secoli in poche e rinomate famiglie e quello che vanta numeri ginnici di matrice militaresca. Questo Circo, versione ottocentesca del Circo dell’Antica Roma tutto gare e combattimenti, ha già la sua storia scritta in una vastissima produzione letteraria e cinematografica. L’arte del Piccolo Circo è un’arte che si tramanda non da genitori a figli ma da compagno a compagno, sembra scomparire per poi riaffiorare sempre uguale, sempre diversa e vitale. Come accade nel Circo Equestre, anche gli artisti del Piccolo Circo hanno voglia di stupire, di meravigliare, di divertire, e tuttavia questo Circo ha scritto la sua storia con piccole esperienze di grande valore sociale, nelle corsie degli ospedali come nelle strade di Bucarest. Il manuale di Piccolo Circo è la sintesi di anni di studio e di sperimentazione, di una lunga esperienza maturata al sole delle piazze e ai riflettori dei palcoscenici. È dedicato ai giovani che vogliono affrontare questa strada (che, in realtà, è molto spesso una mulattiera irta di ostacoli) ma potrà essere di stimolo a genitori e insegnanti che vogliano rimettersi in gioco magari per ridare forza a un diritto fondamentale per ognuno di noi: il diritto al gioco.

Conosci l’autore

Claudio Madia

Claudio Madia è nato a Milano nel 1959. Lavora nel mondo dello spettacolo per ragazzi come saltimbanco, conduttore televisivo, autore. Deve la sua formazione alle sue esperienze di viaggiatore, di marittimo, di grafico, di artigiano della pietra, di padre, alla Civica Scuola d'Arte Drammatica ‟P. Grassi” di Milano, alla trasmissione televisiva L'Albero Azzurro e a suoi migliori maestri: Enrico Segrè, Ferrucio Cainero, Velia e Tinin Mantegazza, Natale Panaro.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 2003
Collana: 
Kids Sbuk
Pagine: 
199
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807920622
Genere: 
Ragazzi 
Illustratore: 
Anna Laura Cantone
Contributi: 
Giovanni Storti