Ezio Mauro con L'uomo bianco entra nella cinquina finalista della XV edizione del Premio letterario internazionale Tiziano Terzani, riconoscimento istituito e promosso dall'associazione culturale vicino/lontano di Udine insieme alla famiglia Terzani.
La giuria, riunitasi a Firenze a casa Terzani, ha selezionato i libri che andranno in votazione a partire da un elenco di quaranta titoli: «Anche quest’anno – commenta Angela Terzani, presidente della giuria – abbiamo cercato di candidare al premio opere che aiutino a far luce sui retroscena umani, storici o politici delle questioni di maggiore attualità nel mondo. Questo, per restare fedeli allo spirito di Tiziano – alla cui memoria il premio è dedicato – che ha sempre voluto tentare di capire, e far capire, ciò che avveniva di là dai nostri orizzonti».
I componenti della giuria sono: Giulio Anselmi, Enza Campino, Toni Capuozzo, Marco Del Corona, Andrea Filippi, Àlen Loreti, Milena Gabanelli, Nicola Gasbarro, Ettore Mo, Carla Nicolini, Marco Pacini, Paolo Pecile, Peter Popham, Marino Sinibaldi.
Il vincitore sarà annunciato in aprile e sabato 18 maggio, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, sarà il protagonista della serata-evento per la consegna del premio.

L'uomo bianco
Ezio Mauro

Ezio Mauro

Ezio Mauro è editorialista di “Repubblica”, di cui è stato direttore dal 1996 al 2016. Ha diretto “La Stampa” dal 1992 al 1996. È stato inviato di politica interna e dal 1988 corrispondente dall’Urss per “Repubblica”. Ha scritto La felicità della democrazia (con Gustavo Zagrebelsky; Laterza, 2012) e Babel (con Zygmunt Bauman; Laterza, 2016). Per Feltrinelli ha pubblicato L’anno del ferro e del fuoco (2017), L’uomo bianco (2018), Liberi dal male (2020) e La dannazione. 1921. La sinistra divisa all’alba del fascismo (2020).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>