Descrizione

Sid Ali, francese di origini algerine, ha poco meno di vent'anni. Vive in una delle tante periferie di Parigi. È bello, intelligentissimo, raffinato lettore, perfettamente padrone delle più sottili sfumature della lingua francese. Ha ucciso quattro donne ed è in un carcere di Lisbona, in attesa di essere estradato in Francia. Decide di scrivere la sua storia, alla rinfusa, ‟senza montaggio”, in un torrenziale monologo. Scorrono schegge di vita della periferia: il branco, il bullismo, i ‟fuck you”, le canne, la desolazione, i vagabondaggi a passo di hip-hop nei templi commerciali delle Halles, Virgin, Fnac, a farsi solleticare dalla crudele seduzione delle griffe. Straccione ma orgoglioso, Sid Ali veste solo di bianco, cura il proprio corpo, si aggira come un dandy bello di rabbia. Inveisce dentro di sé contro un mondo drogato dalla volgarità della società spettacolo e, contemporaneamente, vorrebbe essere la vera star e occupare la prima pagina di tutti i giornali, in un confuso sogno di vendetta. Inizia l'ultimo anno di liceo, Sid Ali impazzisce e uccide l'unica donna che abbia mai davvero rispettato. Nel giro di pochi mesi, senza ragione e senza piacere, uccide altre tre donne incontrate per caso. Dopo la fuga e l'arresto, cerca di mettere insieme i pezzi della sua storia maledetta. Alla fine, è come riconciliato, pacificato, dopo aver urlato a squarciagola tutta la sua rabbia.
‟Troppe cose da raccontare. E così poche, in realtà. Cose da niente. Niente di male, in verità. Nient'altro che banalità. Non ho vissuto niente di particolare, prima. Che io sappia. Sono d'accordo con gli psicologi – del resto sono sempre stato d'accordo con loro (stronzi). Quello che dicevano di me mi sembra sensato. Mi sembrava vero. Mi sembra ancora vero. Ho avuto un'infanzia come un'altra. Come quella dei miei fratelli, che non hanno ucciso nessuno. E mio padre e mia madre mi hanno voluto bene. Né più né meno.”

Conosci l’autore

Paul Smaïl

Paul Smaïl è lo pseudonimo con cui Jack-Alain Léger ha firmato, oltre ad Alì il magnifico, altri tre romanzi: Vivre me tue (1997), Casa, la casa (1998) e La passion selon moi (1999). Jack-Alain Léger ha rivelato di essere Paul Smaïl in On en est là, un libro di fiction politica, protagonisti Jacques Chirac, Lionel Jospin, Martine Aubry e Jean-Pierre Chevénement, uscito nel 2003 per i tipi di Denoël. Ali il Magnifico, che ha suscitato grandi polemiche alla sua uscita in Francia, è stato pubblicato da Feltrinelli nel 2002.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Febbraio, 2005
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
537
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807818318
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Yasmina Melaouah