Descrizione

Nel suo attacco contro il metodo, Feyerabend si schiera contro la filosofia della scienza che, pur non avendo al suo attivo una sola scoperta importante, beneficia del boom della scienza e della posizione di potere da essa acquisita, pretendendo addirittura di imporle i canoni e le norme cui uniformarsi. Per progredire, la scienza ha bisogno della libertà più assoluta; in questo senso è un'impresa essenzialmente anarchica, non riconoscendo alcun vincolo alla sua attività, né alcuna autorità al di sopra di sé, neppure la ragione. Le regole che i filosofi della scienza sono venuti astraendo dalla sua attività hanno creato entità fittizie che non hanno più nulla in comune con il concreto procedere della ricerca. Lo studio della storia della scienza dimostra che l'applicazione delle norme inventate dagli epistemologi avrebbe inibito e reso impossibile lo sviluppo scientifico: l'esempio di Galileo e della sua lotta a favore del copernicanesimo dimostra che in tale fase cruciale della storia della scienza hanno avuto un'importanza determinante qualità non certo genuinamente "scientifiche", come la fantasia, l'astuzia, la retorica e la propaganda, e che la scienza non avrebbe potuto progredire se in varie circostanze la ragione non fosse stata ridotta al silenzio. In polemica con Popper e Lakatos, per Feyerabend il progresso intellettuale richiede che inventività e creatività non vengano inibite ma possano svilupparsi e manifestarsi senza freni.

Conosci l’autore

Paul K. Feyerabend

Paul K. Feyerabend, nato a Vienna nel 1924, dopo studi di storia, sociologia, astronomia e logica, è stato allievo di Popper, il cui pensiero poi criticherà, alla London School of Economics. Rientrato a Vienna nel 1953, insegnò prima Filosofia della scienza all’Università di Bristol, e dal 1958 Filosofia all’Università di California, a Berkeley, prendendo la cittadinanza americana. È morto a Genolier, in Svizzera, nel 1994. Tra le sue opere ricordiamo: I problemi dell’empirismo (1971), La scienza in una società libera (1981), I limiti della ragione (1983), Scienza come arte (1984), Dialogo sul metodo (1989), Dialoghi sulla conoscenza (1991), Ammazzando il tempo. Un’autobiografia (1994), Ambiguità e armonia (1996). Contro il metodo è stato pubblicato da Feltrinelli nel 1979.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2013
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
276
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807882333
Genere: 
Saggistica 
Prefatore: 
Giulio Giorello
Traduttore: 
Libero Sosio

Extra