Descrizione

Un grande ‟romanzo” di rieducazione alla vita. Un grande ‟romanzo” di donne. Donne che muovono al proprio corpo una guerra spietata, sanguinaria, spesso clandestina, talvolta inconsapevole. Donne che si lasciano morire di fame, che si riempiono di cibo, lassativi, droga, tranquillanti, alcol. Donne che si feriscono e si torturano con le proprie mani, che si consegnano a diete devastanti o a deformanti chirurgie plastiche. Spesso il male che si fanno è irreversibile. Ma cosa c'è dietro a un fenomeno così pericolosamente diffuso? La rimessa in scena di un trauma subìto, la ferita aperta da ogni sorta di abuso: abbandono, violenze sessuali, incesto, iperprotettività. Dusty Miller ascolta, registra e ricompone i frammenti dolorosi del racconto sino a disegnare la strada di un'emozionante rinascita.

‟Sono centinaia di migliaia le donne che dovrebbero essere ricordate come coraggiose vittime di una guerra o di un'epidemia e che invece sono biasimate per essersi tolte la vita, in quanto le lesioni fatali sono state inferte dalle loro stesse mani. Ma tali lesioni erano conseguenze dirette di ferite che genitori, nonni e altri membri della famiglia avevano causato loro durante l'infanzia. Ferite che non sono mai guarite. Anzi, che col tempo si sono rivelate mortali.”

Conosci l’autore

Dusty Miller

Dusty Miller, psicologa, insegna al dipartimento di Psicologia clinica della Scuola di specializzazione di Antioch, New England, e allo Smith College School for Social Work. Feltrinelli ha pubblicato Donne che si fanno male nel 1997.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Novembre, 2007
Collana: 
Universale Economica Saggi Blu
Pagine: 
312
Prezzo: 
8,00€
ISBN: 
9788807814358
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Margherita Bignardi