Descrizione

Questo libro ricostruisce i modi in cui ha preso forma concreta la nostra attuale idea di giustizia. L’analisi si sviluppa in un luogo e in un tempo specifici: il Consolato di commercio di Torino nella prima metà del Settecento. Ancora all’inizio del secolo convivono nel regno sabaudo, così come in molta parte degli stati italiani ed europei, due procedure giudiziarie: il rito ordinario (che prevede la presenza di giudici, avvocati, testi, scritti) e il rito sommario, svelto, poco costoso, accessibile alla gente comune e considerato ideale per risolvere in tempi brevi i contenziosi originati dal commercio. La procedura sommaria permetteva di sostenere personalmente le proprie ragioni in giudizio facendo appello "alla natura delle cose", richiamandosi a un’idea di diritto basata sull’esperienza comune. Nell’arco di pochi decenni, questa procedura fu sostituita da quella ordinaria che oggi ci è più familiare, codificata e controllata da ordini professionali. La sostituzione si accompagnò a cambiamenti culturali profondi. In particolare, comportò la delegittimazione dell’esperienza comune come fonte riconosciuta del diritto, un peso accresciuto delle gerarchie sociali come elementi essenziali del giudizio, la nascita del monopolio di magistrati e avvocati nella conduzione del processo e l’affermarsi di una concezione "alleggerita" della responsabilità giudiziaria, condizionata da considerazioni legate allo status dei protagonisti e alle loro intenzioni. Queste trasformazioni culturali così radicali non furono né lente né progressive, ma avvennero in tempi relativamente brevi e attraverso processi politici all’apparenza innocui che l’Autrice ricostruisce con pazienza per mezzo di una fitta documentazione.

Conosci l’autore

Simona Cerutti

Simona Cerutti (Torino, 1954) è Directrice d'études all'École des Hautes Études en Sciences Sociales di Parigi e fa parte della direzione della rivista “Quaderni storici”. Ha curato con Giovanni Levi e Carlo Ginzburg la collana “Microstorie” per i tipi della casa editrice Einaudi. Le sue ricerche si sono concentrate principalmente intorno alle classificazioni e alle stratificazioni sociali delle società urbane di Ancien Régime. È autrice di numerosi saggi tra cui, per Feltrinelli, Giustizia sommaria. Pratiche e ideali di giustizia in una società di Ancien Régime (Torino XVIII secolo) (2003).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Ottobre, 2003
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
228
Prezzo: 
22,00€
ISBN: 
9788807103537
Genere: 
Saggistica, Università