Descrizione

A partire dai primi anni settanta, Norberto Bobbio è stato per Danilo Zolo un importante punto di riferimento intellettuale e morale, un pensatore rigoroso e appassionato, attento alle vicende della vita politica e testimone esemplare di impegno civile, la cui lezione ha lasciato in lui una traccia profonda. Con Bobbio, Zolo ha condiviso il fastidio per la pedanteria degli accademici, per la loro pigra indifferenza di fronte alle tragedie del mondo, nonché lo ‟stile di pensiero” sobrio, austero e indipendente, che riflette quelli che Bobbio aveva chiamato ‟i frutti più sani della tradizione intellettuale europea”: l’inquietudine della ricerca, il pungolo del dubbio, la volontà del dialogo, lo spirito critico, la misura nel giudicare, lo scrupolo filologico, il senso della complessità delle cose.
Il confronto critico con la figura e l’eredità intellettuale di Bobbio emerge in questo volume ancor più vivo e attuale grazie alla selezione delle lettere ricevute dal maestro torinese nel corso di oltre un ventennio, qui presentate con un ampio corredo di note esplicative che ne ricostruiscono i contesti storici e culturali. Al centro della corrispondenza sono i temi della democrazia, dell’ordine internazionale e della pace, ma non mancano le sollecitazioni del presente, come nella vivace discussione sulla prima guerra del Golfo o nella reazione ferma alla campagna orchestrata da un settimanale su un presunto periodo fascista. Ne emerge un’immagine di Bobbio piuttosto inconsueta, diversa da quella di docente universitario compassato, rigido e austero: l’immagine di un grande intellettuale che all’inesorabile severità con cui giudica se stesso, anzitutto, e poi i suoi interlocutori, aggiunge una profonda sensibilità umana, bontà e modestia.

Conosci l’autore

Danilo Zolo

Danilo Zolo ha insegnato Filosofia del diritto e Filosofia del diritto internazionale nella facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Firenze. È stato Visiting Fellow in numerose università inglesi e statunitensi e nel 1993 gli è stata assegnata la Jemolo Fellowship presso il Nuffield College di Oxford. Ha tenuto corsi di lezioni in Argentina, Brasile, Messico e Colombia. Nel 2001 ha fondato la rivista elettronica internazionale “Jura Gentium”. Fra i suoi scritti: Reflexive Epistemology (Kluwer, 1989); Democracy and Complexity (Polity Press, 1992); I signori della pace (Carocci, 1998); Invoking Humanity: War, Law and Global Order (Continuum, 2002); Globalizzazione. Una mappa dei problemi (Laterza,); La giustizia dei vincitori (Laterza, 2006). Per Feltrinelli ha pubblicato: Scienza e politica in Otto Neurath (1986); Il principato democratico (1992); Cosmopolis (1995); Lo Stato di diritto (con Pietro Costa; 2002); L’alternativa mediterranea (con Franco Cassano; 2007); L’alito della libertà. Su Bobbio (2008) e Sulla paura (2011).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2008
Collana: 
Campi Del Sapere. Quaderni Jura Gentium
Pagine: 
181
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807104381
Genere: 
Saggistica, Università