Descrizione

Sono qui raccolte e commentate le pagine più belle e attuali di Marx, forse capaci di dar conto dell'impressione, cruciale per la nostra epoca, che, dopo la rovina di progetti sociali e politici alternativi, spesso condotti proprio in nome di Marx, il capitalismo rappresenti ormai l'unica forma di vita possibile, il destino inevitabile, agognato o temuto, dell'intero genere umano. A un'introduzione dei curatori che fa il punto su Marx e noi, segue un profilo non ortodosso di Marx attraverso documenti e testimonianze biografiche. L'antologia mette quindi a fuoco due tra i principali elementi che danno al capitalismo un'aura di eternità: l'impotenza delle idee e il potere delle cose, con i passi su religione, politica, diritti umani, individuo, utopia, vari riformismi quali forme di liberazione illusorie dal capitalismo, e quelli che spiegano la potenza pervasiva di cose come merce, denaro, capitale, proprietà privata. Seguono capitoli sull'anatomia della società capitalistica proposta da Marx, con la descrizione della condizione di chi lavora e del possessore del capitale, e del loro rapporto conflittuale attuale e futuro. Infine una costellazione di schegge (visionarie e in parte perversamente realizzate dal modello sociale oggi dominante) staccate dal corpo di profezie di Marx su un futuro diverso.

Conosci l’autore

Karl Marx

Karl Marx (Treviri, 1818 - Londra, 1883) fu filosofo, economista, teorico del materialismo storico e rivoluzionario. Si accostò dapprima alla sinistra hegeliana, poi scrisse Critica della filosofia del diritto di Hegel (1841-43). Redattore della rivista radicale “Gazzetta renana”, per le sue idee politiche dovette lasciare la Germania e si trasferì a Parigi nel 1843. Nel 1844, ormai comunista, strinse una duratura amicizia con Friedrich Engels, si interessò di problemi economici e scrisse i Manoscritti economico-filosofici. Si stabilì poi a Bruxelles dove scrisse, con Engels, La sacra famiglia, Tesi su Feuerbach, L’ideologia tedesca e Miseria della filosofia. Fondò la Società degli operai tedeschi. Nel 1848 la Lega dei comunisti gli chiese quello che sarà il Manifesto del partito comunista. Dopo un breve rientro in Germania emigrò a Londra, nel 1864 diresse i lavori della Prima Internazionale, nel 1867 pubblicò il primo libro de Il Capitale, terminato con altri due volumi da Engels. Tra 1871 e 1878 scrisse La guerra civile in Francia nel 1871 sulla Comune e, con Engels, Critica del programma di Gotha e Antidühring. Feltrinelli ha pubblicato La moneta e il credito. Raccolta di scritti (1982) e Antologia. Capitalismo, istruzioni per l’uso (2007).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2015
Collana: 
Universale Economica Saggi
Pagine: 
304
Prezzo: 
10,00€
ISBN: 
9788807886829
Genere: 
Tascabili 
Curatore: 
Enrico Donaggio
Curatore: 
Peter Kammerer