Descrizione

Prima della Grande guerra c’erano re e imperatori, l’Europa possedeva colonie in Africa e in Asia, gli analfabeti erano la maggioranza della popolazione, le donne di solito non lavoravano (e non votavano)... La Prima guerra mondiale è all’origine di quella trasformazione che, nel bene e nel male, ha creato il nostro mondo. Questo libro è una macchina del tempo che trasporta i ragazzi di oggi al 24 maggio 1915, quando l’Italia entrò in guerra contro l’Austria, e prima ancora al 28 giugno 1914, all’attentato di Sarajevo, fino al 4 novembre 1918, il giorno della vittoria dopo anni di massacri. Spiega le cause e gli eventi casuali che incendiarono l’Europa; racconta le battaglie e la vita quotidiana nelle trincee, sulle montagne, in città, nei campi di prigionia; mostra gli oggetti, le divise, le armi, gli aerei, le navi, i sommergibili; percorre luoghi legati per sempre a memorie insanguinate: l’Isonzo, il Piave, il Carso, le Alpi, Caporetto, Vittorio Veneto. Soprattutto, questo libro-macchina del tempo ci fa ascoltare le voci dei protagonisti, politici e generali, soldati semplici e ufficiali, scrittori e persone comuni, al fronte e a casa, immergendoci in una realtà che ci appare lontana – la guerra totale – ma che non deve essere dimenticata.

Le voci degli uomini e delle donne di un secolo fa raccontano la Grande guerra ai ragazzi di oggi.
“Finalmente, dopo esser stato 10 giorni sotto il bombardamento, sono sceso a riposo. 31 giorni senza togliermi le scarpe e senza dormire due ore di seguito. Penso alla felicità di stanotte che andrò a dormire senza scarpe.”
Efisio Atzori, alpino, vent'anni, 10 luglio 1916

Recensioni d'autore

  • Ricchissimo di storie e aneddoti in grado di catturare l'attenzione dei ragazzi ai quali è dedicato.

  • Questa è la Prima Guerra mondiale narrata soprattutto dal basso (ciò che i mannuali sovente non fanno) con pathos, nel libro: lo si legge come un terribile romanzo vero. Dai 10 anni in su.

Conosci l’autore

Massimo Birattari

Massimo Birattari è laureato in storia e diplomato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Redattore, traduttore, consulente editoriale, è autore di una grammatica pratica, Italiano. Corso di sopravvivenza (2015), e di un “manuale di stile”, È più facile scrivere bene che scrivere male (2011, incluso nel 2017 nella Biblioteca della lingua italiana del “Corriere della Sera”). Ha curato Io scrivo, corso di scrittura in 24 volumi del “Corriere della Sera” (2011, nuova edizione 2014 col titolo Scrivere). Tra i suoi libri per ragazzi, rivoltanti romani (con Terry Deary, 1999); I barbuti barbari (2008) eVite avventurose di santi straordinari (2009), entrambi con Chicca Galli; e per Feltrinelli Kids Benvenuti a Grammaland (2011), La grammatica ti salverà la vita (2012), Scrivere bene è un gioco da ragazzi (2013), Leggere è un’avventura (2014), L’Italia in guerra (2015) e Terrore a Grammaland (2018). È autore anche della scatola-gioco Le carte della grammatica (Gribaudo, 2015), di Invece di fare i compiti (2017) e, per l’Universale Economica Feltrinelli, di Come si fa il tema (2019).

Il suo blog è www.grammaland.it.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2015
Collana: 
kids saggistica narrata
Pagine: 
160
Prezzo: 
14,00€
ISBN: 
9788807922527
Genere: 
Ragazzi 
Illustratore: 
Matteo Berton