Descrizione

Luglio 1999: al Darton Hall College del Minnesota si ritrova la classe del 1969 per un weekend da trascorrere insieme. Ricordate? Vietnam, Martin Luther King, Kent State University, Apollo… Questi nomi vi dicono ancora qualcosa? Quelli che un giorno di luglio si ritrovano nel campus del Darton Hall College per celebrare il trentennale della loro laurea sono i 51/52enni di oggi che allora manifestavano (o non manifestavano) contro la guerra, studiavano all’università, pomiciavano sui sedili delle macchine, sgattaiolavano di notte in stanze altrui, ma soprattutto facevano la cosa che fanno tutti i giovani: sognavano. Sognavano l’amore, sognavano di incontrare la donna o l’uomo della loro vita, sognavano un futuro felice in un mondo migliore di quello creato dai loro genitori. Ritrovarsi a Darton Hall significa per tutti misurare la distanza della propria realtà da quel sogno. Ci sono mariti, mogli, figli, professioni, successi, fallimenti, disgrazie, malattie, morti. Per due giorni Darton Hall diventa un grande confessionale. Viene così ricostruito un passato collettivo, un patchwork di storie individuali cucite le une alle altre e intrecciate alla più grande Storia del paese. Impossibile sintetizzare le storie individuali. Ci sono due morti, un’assassinata e un annegato, c’è un reduce di guerra che nel Vietnam perse una gamba e con essa la moglie, c’è un draft dodger (un imboscato) che fuggendo in Canada per non fare il militare perse l’amore della compagna di scuola, c’è una signora molto esuberante che è riuscita in qualche modo a vivere per anni con due mariti e sta chiedendosi se non dovrebbe trovarne un altro, c’è una donna che ha scelto il benessere e ora deve lottare contro il cancro, c’è un’ex attrice da cabaret che dopo una bizzarra avventura con un nano ha passato una vita di tradimenti accanto a suo fratello, c’è una donna ministro del culto che a causa di una relazione amorosa ha dovuto trasformarsi in una ladra, c’è un grasso fabbricante di scope che si finge scrittore per conquistare la sua segretaria e rischia l’anoressia per la paura di essere scoperto, c’è una brava moglie che ha visto morire l’unico amante avuto in vita sua e non si è mai ripresa da quell’inconfessabile segreto. Una grande ricchezza di spunti, un intreccio complicatissimo ma facile da seguire. Un romanzo corale, triste e comico al tempo stesso.

Conosci l’autore

Tim O'Brien

Tim O’Brien (1946) era fortemente contrario alla guerra in Vietnam ma vi partecipò, per timore dell’ostracismo in cui sarebbe incorso da parte della famiglia, dei vicini e della città se avesse disertato. Inseguendo Cacciato (Feltrinelli, 2007; Ue, 2014) ha ricevuto il National Book Award e Quanto pesano i fantasmi (Leonardo, 1991) il Prix du Meilleur Livre Etranger. Entrambi sono considerati dei classici sulla guerra.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 2004
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
316
Prezzo: 
18,00€
ISBN: 
9788807016516
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Grazia Gatti