Descrizione

Esterházy resuscita la madre perché racconti la sua amicizia o sarebbe meglio dire flirt con il “dio del pallone” Puskás, sfruttando così l’occasione per fare un ritratto di due eventi fondamentali della storia ungherese: la rivolta anti-sovietica del ’56 e la leggendaria nazionale magiara del ’54. Due miti, due sconfitte, due rivoluzioni perse. Esterházy ci riporta a un’epoca romantica del calcio, quand’era infarcito di leggenda e morale, quand’era l’unico modo per sognare un avvenire diverso, o semplicemente l’unico sfogo per dimenticare povertà e sofferenza. Unire in un’autobiografia romanzata la figura aristocratica di Lili Esterházy con il mito Ferenc Puskás è un modo per fare un’apologia del calcio, nella sua dimensione estetica e in quella politica. Il calcio come evasione totale dall’asfissia della dittatura, il calcio come vita parallela per fuggire dalla paura. Piccoli aneddoti che raccontano la sopravvivenza, la resistenza del popolo ungherese.
Non c’è arte è un romanzo dove si passa con semplicità disarmante dal dolore al sorriso, dalla paura della dittatura alla gioia di una partita di pallone.

Conosci l’autore

Péter Esterházy

Péter Esterházy (1950-2016), discendente da una delle più nobili e antiche famiglie aristocratiche ungheresi, è autore di numerosi romanzi: in Italia Garzanti ha pubblicato I verbi ausiliari del cuore (1988), Il libro di Hrabal (1991), La costruzione del nulla (1992) e Lo sguardo della contessa Hahn-Hahn (1995); ma è con Harmonia Cælestis (Feltrinelli, 2003) che ha riscosso un grandissimo successo internazionale. Con quest’opera ha vinto il Premio ungherese per la Letteratura e il Premio Sándor Márai nel 2001, il Premio Grinzane per la narrativa straniera nel 2004 e il Premio speciale della giuria Città di Bari nel 2006. Esterházy ha anche vinto il Premio per la pace dei librai tedeschi nel 2004 e il Premio letterario internazionale Pablo Neruda nel 2006. Feltrinelli ha pubblicato in seguito L’edizione corretta di Harmonia Cælestis (2005), Una donna (2008), Non c’è arte (2012) e Esti (2017).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2012
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
208
Prezzo: 
16,00€
ISBN: 
9788807018473
Genere: 
Narrativa 
Curatore: 
Giorgio Pressburger
Traduttore: 
Mariarosaria Sciglitano